SHARE
virtual coach
Il Virtual Coach entra in vigore in Serie A da gennaio 2020 FOTO sportmediaset

Da gennaio 2020 ogni allenatore di Serie A potrà disporre del Virtual Coach, un aiuto concreto ed immediato per dare una lettura delle partite tutta nuova.

Il Virtual Coach è pronto a debuttare in Serie A. Giovedì 14 novembre a Barcellona è stata presentata la nuova innovazione. E entrerà in vigore nel massimo campionato calcistico di casa nostra a partire da gennaio 2020. Si tratta di un software in grado di fornire dati in tempo reale in merito alla partita in corso. E dalla 1/a giornata di ritorno ogni allenatore potrà servirsene negli incontri delle rispettive squadre. Ciò allo scopo di avere informazioni e letture del match in maniera più approfondita e veloce. Il Virtual Coach è in pratica un servizio di video-tracking che, come suggerisce la parola stessa, traccia i movimenti degli uomini in campo e del pallone.

Una tecnologia analoga viene utilizzata da tempo in ambito militare dall’esercito israeliano, con ottimi risultati. Lo fa con una accuratezza precisa al millimetro, in seguito a scansioni che avvengono con una cadenza di 40 volte al secondo in media. Il tutto funziona con l’ausilio di telecamere prive di qualsiasi lag o ritardo di segnale ed immagazzinano in un cloud apposito i dati e le info raccolti in tempo reale.

Glenn Tamplin | in 24 ore compra il Romford e licenzia tutti | Pronti 17 acquisti VIDEO

Cos’è il Virtual Coach e come funziona

Alla base di tutto c’è MathandSport, che ha elaborato uno specifico algoritmo per il funzionamento del Virtual Coach. Gli allenatori potranno usufruire di tutto ciò tramite una app appositamente congegnata e consultabile comodamente seduti in panchina. Ciascun mister avrà modo di annotare e studiare la strategia più adatta osservando le prestazioni e le indicazioni grafiche realizzate al secondo. Potenzialmente può cambiare il modo di trovare una maniera per vincere gli incontri. Ormai le metodologie di allenamento sono influenzate dalla possibilità di impiegare apparecchiature tecnologiche e simili. Ma mai si era vista l’applicazione delle stesse durante un match. Con l’intelligenza artificiale dalla propria parte si potrà studiare ogni possibile modo di giocare il pallone per costruire delle azioni il più efficaci possibili. Il tutto con un rapporto di rischio e di convenienza espresso in percentuale.

Questa introduzione cambierà le partite

Il VC suggerirà per esempio anche in che maniera proporsi, se con un determinato tipo di pressing e con quale stile, con quale tipologia di possesso palla (più ragionato oppure più dinamico ad esempio). MathandSport, il software alla base, partita dopo partita incrementerà il proprio know-how sulla base dei dati registrati ed immagazzinati. Con il risultato che diventerà sempre più sicuro ed efficace. Gli allenatori saranno facilitati da una sintassi veloce preinserita, che il VC fornirà a seconda dei dati presi in disamina e della migliore tattica possibile suggerita per quel momento. Tutto questo dovrebbe apportare benefici anche ai calciatori stessi, che potranno studiare tutto quanto raccolto tecnologicamente per poi attuarlo in allenamento.

Allo studio una app simile anche per i tifosi

Le doti dei singoli continueranno a rappresentare il fattore primario in base al quale determinare il risultato finale di un incontro. Per un futuro alquanto prossimo si pensa di realizzare qualcosa di simile da poter mettere anche a disposizione dei tifosi. Sia per quelli che andranno allo stadio che di quanti assisteranno ad un evento calcistico comodamente da casa. Il tutto grazie al supporto delle moderne reti 5G e della realtà aumentata.

SHARE