SHARE
van basten

Scivolone in diretta tv per Marco Van Basten, glorioso ex attaccante olandese della Nazionale e del Milan. L’ambasciatore del calcio per l’UEFA, infatti, è stato protagonista di una gaffe davvero pesante che ha riguardato una frase di un periodo storico certamente tutt’altro che felice. E pensare che Van Basten è riuscito a fare tale gaffe in un contesto proprio di lotta contro razzismo e discriminazione. Un autogol in piena regola, per usare un gergo calcistico.

RAZZISMO A VERONA, BALOTELLI FURIOSO

Van Basten e la frase nazista in diretta tv

In Olanda, in questo weekend, è in atto proprio una protesta calcistica contro il razzismo. Le squadra dell’Eredivisie – così come quella della seconda lega olandase – infatti non giocheranno il primo minuto di ogni partita per protesta contro ogni forma di discriminazione. Van Basten, ospite di Fox Sport Olanda, dopo l’intervista al tecnico dell’Heracles Almelo Frank Wormuth (di origini tedesche) ha infatti pronunciato, con intenti scherzosi, la frase “Sigh Heil“, a suo dire per prendere in giro l’accento tedesco del conduttore che ha intervistato il tecnico. “Mi scuso, non volevo shockare nessuno, la mia è stata solo una battuta infelice”, la giustificazione di Van Basten dopo la frase di chiaro stampo nazista.

Dall’emittente, però, hanno preso immediatamente le distanze da quanto avvenuto. “Un’uscita assolutamente inappropriata e non solo oggi, giornata in cui volevamo mandare un messaggio contro il razzismo e la discriminazione. Lo sarebbe stata sempre”, ha spiegato un responsabile di Fox Sports. Brutta figura dunque per l’ex fuoriclasse olandese, che in carriera ha ricoperto anche il ruolo di C.T. della Nazionale con risultati poco felici. Van Basten sarà sicuramente pentito, anche per via di una tempistica davvero sfortunata e decisamente rivedibile. Sui social intanto la maggioranza dei tifosi chiede il licenziamento del commentatore.

SHARE