SHARE
slavia praga inter tabellino

L’Inter vince 3-1 a Praga e rilancia le proprie ambizioni di qualificazione. I nerazzurri conquistano tre punti fondamentali ma all’ultima giornata c’è il Barcellona a San Siro e il Borussia Dortmund è ancora vivo.

Un gran primo tempo a Praga fra Slavia e Inter. Buon inizio dei padroni di casa, ma ad andare in vantaggio è la squadra nerazzurra: Lukaku crea, il solito Lautaro Martinez realizza. Un momento magico per l’attaccante argentino, sempre più protagonista da quando c’è Antonio Conte in panchina. Dieci minuti succede l’incredibile: entrata di De Vrij su Olayinka, l’arbitro fa proseguire e sul ribaltamento di fronte, grazie ad un errore difensivo dello Slavia, Lukaku trova il gol del 2-0. Tutto inutile, però: l’arbitro va al VAR, annulla il gol e concede rigore allo Slavia. Soucek realizza e firma l’1-1.

Nella ripresa la squadra di Conte riesce a far venire fuori la propria superiorità tecnica e vince la partita. Negli ultimi dieci minuti l’Inter ne segna due: Lukaku stavolta segna ed il gol è buono su assist di Lazaro. Poco dopo arriva il 3-1 con Lautaro, che segna una doppietta. Una vittoria fondamentale per la squadra nerazzurra che adesso è al secondo posto insieme al Borussia Dortmund, che nel frattempo ha pareggiato con il Barcellona al Camp Nou.

INTER SI QUALIFICA SE | LE COMBINAZIONI PER VEDERE I NERAZZURRI AGLI OTTAVI DI CHAMPIONS

Slavia Praga-Inter, il tabellino

Slavia Praga (4-2-3-1): Kolar; Coufal, Frydrych, Kudela, Boril; Husbauer (dal 70′ Zeleny), Soucek; Masopust, Stanciu (dal 58′ Traore), Sevcik; Olayinka.

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; Candreva, Vecino (dall’80’ Esposito), Borja Valero (dal 77′ Gagliardini), Brozovic, Biraghi (dal 77′ Lazaro); Lautaro Martinez, Lukaku.

Arbitro: Marciniak

Marcatori: 19′ Lautaro, 37′ rig. Soucek, 82′ Lukaku, 88′ Lautaro, 90’+3′ Lukaku

Ammoniti: Vecino, Lautaro, Kudela

Espulsi:

SHARE