SHARE
ibrahimovic
Fonte: Twitter

Oggi tantissime persone si recheranno – materialmente oppure online – nei negozi per acquistare tantissimi prodotti scontati. La mania del Black Friday è infatti arrivata anche in Italia e, inevitabilmente, può coinvolgere persino il calciomercato (ma a partire da gennaio). Tantissime le offerte a disposizione per i club nostrani, tra calciatori in cerca di spazio ad altri che vogliono finalmente dimostrare qualcosa dopo periodo bui. In mezzo, qualche desaparecido ed ex certezze in corsa per tornare grandi.

Black Friday, offerte in vetrina: Amrabat, Kulusevski, Castrovilli, Tonali

Quattro calciatori dalle storie differenti, tutti però con un grande mercato a livello attuale. Partiamo con il centrocampista del Verona, fulcro del centrocampo e giocatore già apprezzato all’estero, anche in Premier League. Impostatore ordinato e sopraffino, Amrabat è stato un acquisto quasi fantacalcistico da parte dell’Hellas. E, inutile dirlo, tanti fantallenatori “reali” hanno approfittato dell’intuizione veronese per portare a casa un giocatore di grande affidamento. In questo momento su di lui ci sarebbero ben due top club italiani come Inter e Napoli. In particolare gli azzurri avrebbero offerto 10 milioni al Verona per l’acquisizione del centrocampista l’anno prossimo. Una vetrina importantissima per Amrabat, finito per qualche anno fuori dai radar delle big ma pronto a tornarci dopo la stagione scaligera.

KULUSEVSKI, IL RAGAZZO TERRIBILE DEL PARMA

Kulusevski è forse la più bella sorpresa di questo campionato. Giovanissimo calciatore di proprietà dell’Atalanta, al Parma si sta imponendo in maniera devastante come il giocatore più decisivo di questa Serie A. Tantissimi infatti i punti e i risultati che i ducali devono al giovane fenomeno. Probabilmente Kulusevski finirà la stagione al Parma ma sembra lanciatissimo per giugno. L’Atalanta ha due scelte. Crescere l’ennesimo campione in casa e portare a un livello ancora più alto il potenziale di una squadra già forte. Oppure vendere il ragazzo al miglior offerente, facendo scatenare un’asta. Una situazione win-win per gli orobici che, a prescindere dalla scelta, potranno senz’altro sorridere.

Altro calciatore di sicuro avvenire è Gaetano Castrovilli. Exploit incredibile per lui in questa stagione, con Montella che ha avuto la fortuna e la bravura di lanciarlo nella mischia. Alla prima stagione in Serie A è già arrivata anche la chiamata della Nazionale. Un centrocampista completo, che può e sa fare tutto. Un jolly di cui qualsiasi squadra potrebbe beneficiare. Resta da capire, ovviamente, se la Fiorentina saprà resistere alle sirene di mercato o se cederà al richiamo di una fortissima plusvalenza.

CASTROVILLI PRONTO A PRENDERSI LA FIORENTINA

Non è il nuovo Pirlo – per sua stessa ammissione si rivede maggiormente in Gattuso – ma Sandro Tonali è già un padrone del centrocampo, nonostante la giovane età. Navigato anche con le rappresentative Nazionali, di lui si parla da anni come di un prospetto autentico e geniale. Difficile che possa restare a Brescia per molti anni. Più probabile che una tra Napoli, Inter, Juventus e Milan possa acquistarlo nella prossima estate. Chiunque lo prenderà farà un affare: personalità, talento, balistica, tutte in un solo ragazzo. Pronto a conquistare le grandi.

Offerte lampo: Mertens, Callejon, Florenzi

Tre giocatori che, volendo, potrebbero anche essere presi subito. La situazione di Mertens e Callejon al Napoli è ormai arcinota: i due sembrano sempre più lontani dall’azzurro, soprattutto dopo le parole di qualche mese fa di De Laurentiis e il recente ammutinamento della squadra. La dirigenza ha proposto ai due un biennale alle stesse cifre degli anni precedenti, i ragazzi sono invece tentati da ricche esperienze cinesi all’estero o (in particolare Mertens, cercato da Inter e Milan) da suggestioni italiane difficilmente realizzabili. Poco probabile che i due decidano di lasciare Napoli già a gennaio ma per giugno potrebbero essere due pedine da non lasciarsi sfuggire. Sin da subito.

Proprio a Napoli potrebbe invece arrivare Alessandro Florenzi. Terzino e capitano della Roma, quest’anno con Fonseca il ragazzo ha visto poco il campo e potrebbe maturare l’idea di andar via già a gennaio per non perdere gli Europei con la Nazionale italiana. Gli azzurri proveranno ai imbastire uno scambio con un altro giocatore della rosa a scadenza di contratto, Hysaj. Altrimenti per Florenzi potrebbero addirittura aprirsi le porte dell’Inter. Sempre che le cose non cambino in giallorosso.

FLORENZI, TUTTE LE IPOTESI DI TRASFERIMENTO

Offerte a costo zero: Ibrahimovic, Pepito Rossi, Viviano

Lo svincolato più chiacchierato del mondo è senza dubbio Zlatan Ibrahimovic. Dopo l’esperienza ai Los Angeles Galaxy, lo svedese ha fatto capire di essere intenzionato a tornare a giocare in Europa, specialmente in Italia. Per lui sembra corsa a tre: il Napoli è interessato ma ha ancora da risolvere tante questioni interne, il Bologna può fare invece leva sull’amicizia con Mihajlovic. In questo momento però in vantaggio c’è il Milan, che studia un suggestivo ritorno di uno dei suoi calciatori più amati e decisivi nella storia recente, l’ultimo con cui si sono vinti trofei di una certa importanza.

L’ennesima occasione potrebbe arrivare anche Giuseppe “Pepito” Rossi. Attaccante talentuoso ma martoriato da un’infinità di infortuni, l’ex giocatore di Parma e Fiorentina cerca una chance all’estero o in Italia. L’anno scorso al Genoa è riuscito a mostrare qualcosa, anche se ovviamente sembra il lontano parente del giocatore devastante dei tempi del Villarreal. Rossi potrebbe senz’altro far comodo a qualche squadra in lotta per non retrocedere, oppure come attaccante di esperienza in una compagine di medio-alto livello che magari cerca una consacrazione o un piazzamento europeo.

Portiere spesso affidabile anche se poco sponsorizzato, Emiliano Viviano ha purtroppo cannato il trasferimento all’estero. Per lui, allo Sporting Lisbona, zero spazio. Dopo la parentesi dell’anno scorso alla Spal, nessun club si è fiondato su di lui per difendere i legni della porta. Viviano però non sarebbe una scommessa: ha esperienza, può vantare un curriculum di tutto rispetto ed è un giocatore fisicamente integro, quindi ancora molto utile. Anche lui, ad esempio, potrebbe dare una mano specialmente come titolare in medio-bassa classifica, o come portiere di riserva in squadre di maggior calibro.

Black Friday occasione di rilancio: Mandzukic, Emre Can, Rodriguez, Kessié, Borini

Due squadre coinvolte, cinque giocatori di valore ma con poco spazio a disposizione. Il caso più eclatante è sicuramente quello di Mandzukic, che si è ritrovato escluso dalla Juventus di Sarri dopo esser stato un titolarissimo con Allegri per anni. Un cambio di attitudine incredibile e inatteso, una decisione forte del nuovo mister che ora può trascinare Mandzukic altrove. Probabilmente già a gennaio il croato andrà all’estero per chiudere la carriera, magari con la prospettiva di strappare qualche ingaggio milionario in campionati più esotici rispetto alla Serie A.

Emre Can è un altro grande punto interrogativo della Juventus. Il ragazzo è stato escluso dalla lista Champions League e non ha mai fatto mistero, specie a mezzo stampa, di essere deluso della propria condizione. Solo nelle ultime settimane Sarri lo sta utilizzando maggiormente ma il feeling con il nuovo allenatore non sembra essere scattato del tutto. Il giocatore ha sempre spiegato di voler restare ma non è affatto da escludere una cessione, vista la situazione.

In casa Milan le situazioni più scottanti sono quelle di Rodriguez, Kessié e Borini. Il terzino svizzero si è ritrovato a essere una seconda scelta dopo l’arrivo del devastante Theo Hernandez e dunque potrebbe salutare il Milan dopo qualche anno di militanza. Fedelissimo di Gattuso, Borini nel nuovo Milan non ha praticamente mai trovato spazio e per lui una cessione a gennaio sembra cosa fatta. Anche Kessié ha molto mercato e potrebbe partire a gennaio: lo cerca il Napoli in Italia ma pure il Monaco in Francia. Centrocampista a tratti incompreso, possiede qualità notevoli ma spesso si mostra troppo discontinuo. Può dunque risultare un’arma a doppio taglio per chi deciderà di prenderlo.

Occasioni dall’estero: Bale, Rakitic, Mariano Diaz, Giroud, Draxler

Per la maggior parte si tratta di calciatori che, di fatto, sono stati accantonati dai rispettivi club. Bale sarebbe dovuto andar via già in estate ma, vuoi per il costo elevato, vuoi per l’emergenza infortuni, alla fine è rimasto al Real Madrid (dove comunque gioca). Rakitic invece è passato dall’essere un perno del centrocampo a un vero e proprio fantasma: Inter e Juventus ci stanno pensando, il calciatore è di sicuro valore e può ancora dare moltissimo.

Anche Mariano Diaz è ormai chiusissimo al Real Madrid, a causa anche dell’esplosione di Rodrygo e della grandissima stagione di Benzema. Draxler non sembra invece voler lasciare il PSG nonostante il poco spazio, mentre Giroud potrebbe diventare un’occasione importante a costo zero per molti club, tra cui l’Inter.

SHARE