SHARE
Ghiglione Genoa
Paolo Ghiglione Genoa FOTO instagram

Paolo Ghiglione Genoa, stagione davvero fantastica per il terzino rossoblu, che come rendimento sta facendo meglio di tanti top players pari ruolo.

A mali estremi, estremi rimedi. E così, nel tentativo di arginare Andrew Robertson, Carlo Ancelotti ha schierato Giovanni Di Lorenzo sulla linea dei centrocampisti. Mossa tattica astuta, che aveva come obiettivo principale quello di soffocare una delle fonti di gioco più efficaci del Liverpool campione d’Europa. Per intenderci, lo scozzese è attualmente il miglior difensore assistman in Europa. Il migliore, ma non l’unico a primeggiare in questa speciale classifica che tanto piace agli amanti delle statistiche. Al suo fianco infatti c’è anche Paolo Ghiglione, difensore del Genoa, secondo solo al laziale Luis Alberto in quanto ad assist decisivi nel nostro campionato.

INFORTUNIO GHIGLIONE | TEMPI DI RECUPERO | QUANDO RIENTRA

Ghiglione, piovono cross da quella fascia

A sorpresa ma non troppo, il Grifone sembra così aver trovato la sua arma preferita in termini di pericolosità offensiva. Una vera e propria spina nel fianco per le difese avversarie, uno stantuffo inesauribile sulla fascia destra, un crossatore preciso, capace di recapitare a destinazione una tale quantità di traversoni da stropicciarsi gli occhi. Da non credere soprattutto per gli attaccanti, che pagherebbero di tasca loro pur di avere in squadra un giocatore con queste caratteristiche. In dodici presenze stagionali in serie A, ha quasi raggiunto il suo precedente record di assist in una sola stagione (6 in 30 presenze con la Pro Vercelli) e non ha nessuna intenzione di fermarsi. Secondo i dati forniti da Wyscout, Ghiglione viaggia a una media di 0.44 assist a partita, 6.25 cross, con un’accuratezza pari al 28,2% del totale.

Muamer Tankovic al Genoa | chi è | profilo e caratteristiche

Lui sa fare tutto

Numeri da tornante offensivo, piuttosto che esterno basso, ruolo nel quale Thiago Motta lo sta utilizzando maggiormente dal suo arrivo sulla panchina rossoblù. A lanciarlo, in piena estate, era stato Aurelio Andreazzoli, alla costante ricerca di interpreti per un tipo calcio propositivo che coinvolgesse anche gli esterni. Esperimento riuscito a giudicare da quanto dimostrato nelle prime due giornate con Roma e Fiorentina, le stesse nelle quali il Genoa aveva tenuto fede a quanto di buono si era detto sul suo conto e dove l’ex prodotto del vivaio genoano si era messo rivelato come autentica sorpresa dopo la stagione poco felice con il Frosinone (un gol in 9 presenze stagionali, di cui soltanto cinque dal primo minuto).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

@genoacfcofficial 🔴🔵

Un post condiviso da Paolo Ghiglione (@paologhiglio) in data:

Il ragazzo ora è un osservato speciale

Da fermo o in corsa, Ghiglione impressiona per la continuità con cui riesce a sfornare cross difficili da leggere per i difensore avversari piazzati in area di rigore. Cioccolatini da scartare per attaccanti in grado di attaccare la porta con decisione, così come per centrocampisti con il vizio del gol (vedi l’esempio di Sturaro, in gol nell’ultima partita contro la Spal proprio su invito proveniente dalla solita fascia destra). Il fisico longilineo e ben strutturato ricorda moltissimo – per caratteristiche fisiche e tipo di corsa – quello di Fabio Grosso, mentre la delicatezza del piede rievoca ancora più nostalgicamente le giocate di Francesco Moriero. Appare unica nel suo genere la capacità di lasciar partire un cross quasi a occhi chiusi, senza prima guardare il posizionamento dei compagni, segno evidente della grande confidenza con la palla tra i piedi.

Politano Genoa | occasione di calciomercato per i rossoblu a gennaio

Ed ora non resta che la Nazionale

Tasso tecnico elevato, sviluppato negli anni trascorsi nel settore giovanile del Milan prima e del Genoa poi, prima degli anni in prestito tra Ferrara, Vercelli e Frosinone. Tra i protagonisti nell’estate 2017 dello splendido bronzo conquistato dalla Nazionale under 20 ai Mondiali di categoria, Ghiglione non ha mai esordito con l’under 21 dell’ex ct Di Biagio. L’exploit delle ultime settimane alimenta le speranze di quanti vorrebbero vederlo impiegato in Nazionale maggiore in ruolo che ancora non conosce un padrone assoluto, ma soprattutto stuzzica la fantasia del Milan, pronto a intavolare con il Genoa un altro affare a stagione in corso dopo quello dello scorso con protagonista Piatek. E chissà che intanto, in vista della prossima sfida di campionato, anche Mazzarri non stia pensando di emulare Klopp riservandogli un trattamento speciale…

 

Visualizza questo post su Instagram

 

🔴🔵#genoa

Un post condiviso da Paolo Ghiglione (@paologhiglio) in data:

SHARE