SHARE
divock origi

Come da pronostico il Liverpool si impone nel derby del Merseyside contro i cugini dell’Everton con il risultato di 5 a 2 . Le marcature per i padroni di casa portano le firme di Origi (doppietta), Shaqiri e Manè a cui rispondono i gol Richarlison e Keane per gli ospiti. Con questo risultato i ragazzi di Klopp consolidano il primo posto mantenendo una distanza di 8 punti dalle inseguitrici Leicester e Manchester City. I Reds si presentano con una rosa fortemente rivoluzionata rispetto all’undici titolare che siamo stati abituati a vedere nell’ultimo periodo. Assente Alisson, espulso durante l’ultima partita di campionato in casa contro il Brighton, mentre Salah e Firmino partono dalla panchina. Marcos Silva, che si gioca la conferma come allenatore dei Toffees, opta per un 4-5-1 molto difensivo con il solo Calvert-Lewin come riferimento offensivo.

Liverpool Everton, non c’è scampo per i Toffees

I primi 45 minuti sono ricchi di emozioni e soprattutto di gol. I padroni di casa si portano avanti dopo appena 6 minuti grazie al gol di Origi che raccoglie un ottimo passaggio di Manè, dribbla il portiere e manda in vantaggio il Liverpool. Il raddoppio arriva 10 minuti dopo, l’azione nasce da Manè che questa sera veste i panni dell’uomo assist. L’attaccante senegalese serve Shaqiri che tocca con il sinistro e manda il pallone alle spalle di Pickford. L’Everton però reagisce e trova il gol grazie a Keane il quale sfrutta una disattenzione della difesa del Liverpool trovandosi a tu per tu con Adrian. Da lì il centrale non sbaglia e riduce le distanze.

Niente da fare però per l’Everton, infatti Origi trova la doppietta personale quando, al minuto 31, sfrutta l’ennesima disattenzione difensiva. Il belga stoppa un ottimo lancio di Lovren e colpisce con il destro mandando in fibrillazione la Kop. Nei minuti finali del primo tempo un altro botta e risposta. I padroni di casa trovano il quarto gol con Manè, gli ospiti rispondono con il gol di Richarlison. Nel finale del secondo tempo il Liverpool trova il quinto gol che porta la firma di Wijnaldum. Anche contro l’Everton quindi l’incredibile stato di forma del Liverpool di questo inizio di stagione ha avuto la meglio.

LEGGI ANCHE: David Martin, l’esordio a 33 anni del portiere e tifoso del West Ham

Origi a caccia del record di Fowler

Grazie alla vittoria di oggi, i ragazzi di Klopp salgono a quota 43 punti, centrando la vittoria numero 14 in 15 partite. Il derby conquistato questa sera però ha un sapore particolare. Klopp ha puntato ad una formazione diversa per far fronte ai tanti impegni in programma nel mese di dicembre. Nonostante i tanti protagonisti assenti ha avuto grandi risposte da Origi, per l’ennesima volta protagonista contro l’Everton. Il belga ha segnato quattro gol in quattro partite contro l’Everton ad Anfield (5 gol se si considerano anche le sfide in trasferte e con solo 6 tiri realizzati). Un autentico spauracchio che ora punta a raggiungere il record di Robbie Fowler, fermo a cinque gol nel derby del Merseyside. Nel mirino anche Steven Gerrard.

Tutto da rifare invece per gli ospiti che molto probabilmente affronteranno il prossimo turno con un nuovo allenatore visto che sembra ormai imminente l’esonero di Marco Silva. La partita di questa sera ha accentuato ulteriormente i tanti problemi già palesati in fase difensiva. Un reparto che ha sofferto incredibilmente le numerose ripartenze dei Reds. Una sconfitta che acuisce la crisi e che sentenzia un divario nettissimo tra le due squadre. Per l’Everton si profila un’altra stagione decisamente sotto le aspettative.

di Alberto Zaina

 

Visualizza questo post su Instagram

 

5️⃣ goals from 6️⃣ shots on target in the Merseyside derby for Divock Origi

Un post condiviso da Premier League (@premierleague) in data:

SHARE