SHARE
infortunio Koulibaly
Infortunio Koulibaly FOTO Twitter SSCNAPOLI

Piove sul bagnato in casa Napoli con l’infortunio di Kalidou Koulibaly nella seduta mattutina di allenamento a Castelvolturno

I calciatori chiedono e Ancelotti cambia. Doppia seduta di allenamento a Castel Volturno con carichi maggiori e un’intensità di lavoro diversa. Era dal mese di agosto che gli azzurri non si allenavano per due volte nella stessa giornata. Una scelta decisa, importante, frutto del dialogo avvenuto tra i calciatori del Napoli e il loro allenatore. Il rispetto c’è, la fiducia anche e allora si cambia per agevolare al meglio questo delicato processo di cambiamento. Allenamenti per fare gruppo, per lavorare insieme e cercare di venir fuori da questo tunnel buio fatto di risultati deludenti e prestazioni incolori.

Napoli tanto lavoro, cambio modulo e le voci di mercato

A dispetto delle numerose voci di dimissioni o esonero con tanto di eventuali sostituti, Ancelotti non perde la calma e prova a cambiare. Gattuso, Prandelli e Reja sono soltato voci, almeno per ora. Contro Udinese e Genk servono due vittorie per dare un po’ di serenità all’ambiente e mettere le basi per i prossimi mesi. Questo è l’obiettivo di Carlo Ancelotti impegnato a sbrogliare la matassa di una crisi mai avvenuta nella sua lunga carriera. Si comincia quindi dal lavoro, da una doppia seduta d’allenamento richiesta e accettata, dalla voglia di ritrovare un certo tipo di ritmo durante le gare. È questa una delle tante proposte di Mertens e compagni, mentre per il 4-3-3 c’è ancora tanta incertezza.

LEGGI ANCHE: Esonero Ancelotti | il Napoli peggiore dal 2009 | gli scenari

Pesa la mancanza di un calciatore che abbia le caratteristiche in grado di gestire la manovra. Ritenuto completo ad agosto, il centrocampo ha invece evidenziato numerose lacune. Fabian, Zielinski, Allan ed Elmas non hanno mantenuto le promesse per incomprensioni tattiche e ruoli palesemente adattati. E così dopo la suggestione Amrabat, centrocampista del Verona valutato almeno 10 milioni, si pensa a due calciatori già seguiti da tempo e che rientrano di prepotenza nel mirino del Napoli come Lucas Torreira dell’Arsenal e Stanislav Lobotka del Celta Vigo. Il primo non ha spazio tra i Gunners, mentre lo slovacco è un profilo che piace. L’agente smentisce nuovamente l’interesse dopo i contatti dello scorso anno, ma ora le esigenze del Napoli sono radicalmente cambiate.

LEGGI ANCHE: Stipendi calciatori Napoli, le multe previste da Aurelio De Laurentiis

Si ferma anche Koulibaly

Intanto si continua a lavorare intensamente. Una doppia seduta non fortunata con Kalidou Koulibaly che ha lavorato a parte in seguito nel pomeriggio per un trauma contusivo alla spalla sinistra rimediato nell’allenamento mattutino. Le sue condizioni, in vista della trasferta di Udine, verranno valutate domani. Nelle due sedute d’allenamento a Castelvolturno Milik ha lavorato parte col gruppo e parte differenziato. Ancora allenamento personalizzato invece per Allan, Ghoulam e Tonelli.

SHARE