SHARE
lautaro martinez
Fonte: Twitter

Tutte le informazioni su come e dove vedere Inter Roma, partita in programma oggi e valida per la 15^ giornata di Serie A

Dopo il sorpasso ai danni della Juventus, l’Inter si appresta ad affrontare una partita importante per difendere la vetta della classifica. A San Siro, nell’anticipo del venerdì (ore 20.45), per consentire ai nerazzurri un riposo maggiore in vista della super sfida di Champions League contro il Barcellona, arriva una Roma in forma. Un avvio di stagione zoppicante per i giallorossi, ma nelle ultime settimane Fonseca ha rimesso a posto i tasselli della squadra, che ha cominciato a fare risultati nononostante i numerosi infortuni.

Dove vedere Inter Roma: info diretta tv streaming

Inter Roma, come anticipato nel paragrafo precedente, andrà in scena a San Siro questa sera alle ore 20.45 e a dirigere l’incontro sarà il signor Gianpaolo Calvarese, della sezione di Teramo. La partita sarà visibile in diretta tv esclusiva su Sky, più precisamente sui canali Sky Sport Serie A e Sky Calcio 1.

Se, invece, non vi sarà possibile seguire la partita dal proprio televisore, è disponibile per gli abbonati alla pay-tv satellitare la piattaforma streaming Sky Go, visibile su tutti i dispositivi mobili.

LEGGI ANCHE: Il vero volto di Lautaro Martinez

Le probabili formazioni di Inter Roma

Conte dovrà ancora fare a meno non solo degli infortunati Sensi e Barella, ma anche di Gagliardini; a centrocampo giocheranno ancora Vecino e Borja Valero. In difesa torna l’esperienza di Godin, sugli esterni Candreva e Biraghi. Davanti la coppia del gol “Lu-La”. Fonseca molto probabilmente rinuncerà a Dzeko dal primo minuto, con Zaniolo in posizione di “falso nove” e il tridente di fantasisti composto da Perotti-Pellegrini-Mkhitaryan alle spalle del classe 1999.

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; Candreva, Vecino, Brozovic, Borja Valero, Biraghi; Lukaku, Martinez.

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Mancini, Smalling, Kolarov; Diawara, Veretout; Mkhitaryan, Pellegrini, Perotti; Zaniolo.

di Mattia Emili

SHARE