SHARE
Todibo, foto Facebook

Il difensore del Barcellona Jean-Clair Todibo nelle ultime ore è stato accostato al Milan, dopo la grande prova di ieri a San Siro. Maldini vuole farsi un regalo sul calciomercato

Ieri sera a San Siro, nella partita che è costata la qualificazione agli ottavi di Champions League all’Inter, nel Barcellona sceso in campo con molti ragazzini si è messo in mostra anche Jean-Clair Todibo. Il difensore francese, classe 1999, è uno dei giovani più promettenti della ‘Cantera‘ blaugrana e ha già gli occhi di mezza Europa puntati addosso.

Secondo quanto riportato da ‘La Gazzetta dello Sport‘, il Milan vorrebbe il giocatore nel prossimo calciomercato di gennaio. Paolo Maldini punta a convincere il talento transalpino. Il club blaugrana ha già messo una clausola stratosferica di 150 milioni. Una scelta che fa capire quanto in Catalogna puntino sul gioiello della difesa futura. I rossoneri potrebbero provare a portare a Milano il giocatore in prestito. L’altra alternativa è puntare su una cifra molto più abbordabile, magari con diritto di ‘Recompra da parte del Barca.

GRANIT XHAKA, OBIETTIVO DEL MILAN: LE CARATTERISTICHE

Todibo, le caratteristiche tecniche del giocatore

Nato quasi 20 anni fa nella Guiana francese, Todibo è cresciuto calcisticamente nel Les Lilas, prima di passare nel settore giovanile del Tolosa. Dopo aver attirato le attenzioni dei top club europei e accostato anche al Napoli, è stato acquistato dal Barcellona per un milione di euro nel gennaio 2019 ed ha esordito in prima squadra in questa stagione, totalizzando soltanto 3 presenze tra campionato spagnolo e Champions.

Colosso di un metro e 90 centimetri, fa della fisicità una delle doti migliori, ma nella gara contro l’Inter di Champions League (vinta dai blaugrana grazie ai gol di Perez e Ansu Fati) ha dimostrato di avere grande senso dell’anticipo e della posizione, fermando spesso le avanzate di Lautaro e Lukaku. Dotato di buona tecnica, nei settori giovanili è stato spesso impiegato anche come mediano. Ovviamente valido nel gioco aereo e nei duelli fisici, ha personalità e ottimo senso della posizione. Nel Barcellona non ha trovato spazio, nonostante le qualità indiscusse. Pecca di continuità e spesso la sua personalità lo porta a fidarsi troppo dei suoi mezzi fisici.

SHARE