SHARE
marco rose
Fonte: Twitter

Il Borussia Monchengladbach è primo in Bundesliga e punta ad una vittoria che manca da oltre 40 anni. Il tecnico Rose potrebbe essere l’uomo della storia

Con la vittoria casalinga per 2-1 contro il Bayern Monaco, il Borussia Monchengladbach è rimasto in vetta alla classifica della Bundesliga. Tre punti che, soprattutto, certificano la forza della squadra del Basso Reno, che mai come in questa stagione, con le rivali storiche che zoppicano, potrebbe davvero puntare al successo finale. Al timone della compagine dell’ex Germania Ovest c’è un giovane allenatore, che sta dimostrando ancora una volta tutto il suo valore. Marco Rose, dopo aver conquistato la fama sulla panchina del Salisburgo, ora è pronto a stupire e a riportare il titolo tedesco dopo oltre 40 anni.

Borussia M’Gladbach, il mago Rose e la politica dei giovani

Alla prima stagione alla guida del Gladbach, il tecnico 43enne, nato a Lipsia (squadra seconda in classifica ad un solo punto di distanza), sta compiendo un mezzo miracolo. Rose è reduce da due campionati austriaci vinti con il Salisburgo, squadra che lo ha lanciato verso il grande pubblico, raggiungendo anche una semifinale di Europa League nel 2018 a spese della Lazio. L’ex difensore, protagonista della favola del Mainz, allenato all’epoca da uno Jurgen Klopp in rampa di lancio, è stato accostato spesso al suo “maestro” per il modo di giocare e per la capacità di lanciare i giovani calciatori.

Proprio quella di puntare sul vivaio e di rivendere i migliori è la politica del Gladbach, che per molti anni è stato considerato “l’altro Borussia”. In estate è stato venduto forse il miglior elemento presente in rosa, Thorgan Hazard (fratello di Eden), proprio al Dortmund, ma i soldi incassati sono stati reinvestiti e i risultati stanno dando ampiamente ragione al club bianco-nero-verde.

Marco Rose, il mago per tornare ai fasti degli anni ’70

Come dicevamo poc’anzi, l’ultimo campionato vinto dal M’Gladbach risale al 1977, quando Rose aveva soltanto pochi mesi di vita. In tutti gli anni ’70 la squadra è stata ai più alti livelli nazionali ed europei, vincendo 5 campionati tedeschi, due Coppe Uefa e arrivando in finale di Coppa dei Campioni. Negli anni più recenti il miglior risultato è stato il terzo posto nella stagione 2014-2015 (con Favre in panchina), un risultato che in Vestfalia si augurano di migliorare.

di Mattia Emili

INFORTUNIO SMALLING | QUANDO RIENTRA | TEMPI DI RECUPERO

SHARE