SHARE
west ham

Non accenna a risolversi la crisi del West Ham, partito con l’obiettivo di puntare all’Europa. Pellegrini a rischio e si valuta l’ipotesi Enzo Maresca

La situazione per il West Ham si fa sempre più difficile. La sconfitta di lunedì sera in casa contro l’Arsenal non ha fatto altro che complicare ancora di più una classifica che, da qualche settimana, vede gli Hammers coinvolti nella lotta per non retrocedere. Nelle ultime undici partite i ragazzi di Pellegrini sono riusciti a pareggiare due volte e a vincere solamente in occasione del match fuori casa contro il Chelsea. L’immagine più significativa di questo pessimo stato di forma è l’umiliazione subita in Carabao Cup. Il West Ham è stato sconfitto per 4 a 0 dall’Oxford United, club che milita in League One, la terza divisione inglese. Un rendimento che ha deluso tutti, a partire dalla dirigenza che ad inizio stagione puntava addirittura a tornare In Europa, 4 anni dopo l’ultima volta.

Le colpe di Manuel Pellegrini

pablo fornals west ham
Le colpe vengono attribuite soprattutto all’allenatore Manuel Pellegrini, reo di aver effettuato molte scelte discutibili durante il corso di questa stagione. Una di queste riguarda senza dubbio il mercato. Durante l’ultima sessione gli Irons sembravano finalmente pronti per il salto di qualità che manca ormai da troppi anni. Gli acquisti di Pablo Fornals e Sebastian Haller avevano ridato entusiasmo ad un ambiente che sperava di non vivere una stagione anonima. Era stato soprattutto l’acquisto dell’ex attaccante dell’Eintracht Francoforte a ridare speranza al London Stadium.

LEGGI ANCHE: DAVID MARTIN, L’ESORDIO A 33 ANNI DEL PORTIERE E TIFOSO DEL WEST HAM

Dopo un buon inizio di stagione, Haller sembra aver perso il feeling con il gol ultimamente come testimoniano le 4 reti segnate in 15 partite. L’ultima marcatura in campionato risale al 5 ottobre. Questa carenza di reti si collega inevitabilmente al gioco poco propositivo proposto da Pellegrini nell’ultimo periodo. Negli ultimi anni una delle principali colpe imputate alla dirigenza è stata quella di non aver mai acquistato una vera e propria punta centrale di spessore. Da qui nascevano i problemi legati alla mancanza di gol che hanno attanagliato in più occasioni le ultime stagioni del West Ham. Il problema però non sembra essersi risolto.

West Ham, i possibili nomi per sostituire Pellegrini

Gli ultimi giorni sono stati molto difficili per Pellegrini che, mai come in questo periodo, sente sempre di più la pressione per un possibile cambio in panchina. La prossima partita contro il Southampton sembra ormai l’ultima spiaggia per l’ex allenatore del Real Madrid. Secondo i media inglesi i nomi di possibili sostituiti sono David Moyes, Chris Hughton e Eddie Howe. Si è parlato superficialmente anche di un interesse per Rafa Benitez per cui però il club londinese dovrebbe spendere 24 milioni di euro per liberarlo dalla clausola rescissoria che lo lega al Dailan, club che milita nel massimo campionato cinese.

LEGGI ANCHE: L’EMOZIONANTE CORSA DI ENZO MARESCA: DA FUORI ROSA A DECISIVO

Chissà se i vertici degli Irons avranno pensato anche a Carlo Ancelotti, recentemente esonerato dal Napoli, per rimpiazzare un Pellegrini a cui non rimane altro che fare punti. Infine c’è la soluzione interna e quindi Enzo Maresca, ex centrocampista, attualmente vice dell’allenatore cileno con i giocatori che spingono per questa soluzione.

di Alberto Zaina

SHARE