SHARE
infortunio Borini
Infortunio Borini FOTO instagram

Fabio Borini Verona, che impatto: l’ex Chelsea, Roma e Milan è deciso a tornare protagonista dopo un periodo in rossonero non sempre facile.

Avrebbe potuto restare tranquillamente a Milano, invece di accettare un contratto di sei mesi con l’Hellas Verona, Fabio Borini. Scelta senza dubbio coraggiosa, in parte già premiata dal gol messo a segno pochi minuti dopo il suo esordio in gialloblu, mossa da passione e voglia di mettersi in gioco. Caratteristiche che a uno come Fabio Borini non sono mai mancate. Salpare alla conquista di nuovi orizzonti da scoprire è sempre stata la missione del “Pirata” (richiamo della sua celebre esultanza a mimare il coltello tra i denti), approdato alla corte di Juric e subito protagonista.

Un giocatore spesso sottovalutato negli ultimi anni, eppure preziosissimo per qualsiasi allenatore, soprattutto per via della sua innata capacità di applicarsi con dedizione in qualunque porzione di campo. Come una trottola impazzita infatti ha ricoperto in carriera una tale quantità di differenti ruoli da confondere qualsiasi calciatore, riuscendo sempre a mantenere una lucidità invidiabile, la stessa con la quale ha approcciato l’ultima avventura all’alba dei ventinove anni.

LEGGI ANCHE –> Belotti e Milik | i due bomber contro un tabù da sfatare

Borini Verona, impatto ottimo al debutto

L’ormai celebre “effetto Ibra” sembra dunque non averlo riguardato più di tanto, semmai è stata la molla decisiva per decidere di chiudere un capitolo comunque positivo. In fondo, 75 partite in due stagioni e mezza con il Milan dimostrano come pur non essendo quasi mai stato considerato un titolare inamovibile Borini sia riuscito a ritagliarsi comunque uno spazio importante, contribuendo con 8 reti alla causa rossonera. Dal Bologna, al Bologna. Nove mesi dopo il suo ultimo gol in serie A, è stata proprio la squadra di Sinisa Mihajlovic a battezzarne il ritorno sul tabellino finale da consegnare agli amanti delle statistiche. Agli ordini di Montella e Gattuso aveva fatto di tutto, dall’esterno offensivo (quello che probabilmente resta il ruolo più adatto per lui) al terzino, fino alla mezzala con Giampaolo a inizio stagione.

LEGGI ANCHE –> Napoli Juventus, il ritorno di Maurizio Sarri da avversario

Dimenticato da Pioli

Ultimamente con Pioli era scomparso dai radar, così ha scelto di ricominciare dall’Hellas Verona. Stanco di essere considerato semplicemente un “operaio”, ha mostrato tantissima voglia di tornare a mangiare l’erba e dare tutto se stesso per aiutare gli scaligeri a raggiungere quanto prima l’obiettivo salvezza. Così, se nel messaggio di addio ai tifosi rossoneri c’è tutta l’essenza del suo modo di intendere il calcio, nella parole pronunciate nella conferenza stampa di presentazione traspare tutta la gratitudine per un gioco divenuto professione anche e soprattutto grazie a una passione sconfinata. Componente fondamentale che chiunque di noi vorrebbe poter mettere nel proprio lavoro, dove possibile.

Chi dimentica è complice

Del Borini giocatore di successo si tende a tacere, specie nell’ultimo periodo. Occorre tuttavia ricordare come il ragazzo nato calcisticamente nel settore giovanile del Bologna, sia passato attraverso esperienze altamente formative con Chelsea e Swansea, prima di assaggiare finalmente la serie A con la maglia della Roma. Pupillo di Luis Enrique, dopo una stagione da 9 reti in 24 presenze, venne ceduto al Liverpool di Brendan Rodgers e successivamente al Sunderland dove è sempre stato considerato un idolo dalla tifoseria dei Black Cats. Insomma, non proprio un giocatore qualunque, eppure per qualcuno sempre un gradino sotto gli altri.

Proverà a togliersi di dosso la fastidiosa etichetta di jolly tattico che a furia di girovagare per il campo ha smarrito il suo istinto primordiale con la maglia dell’Hellas dove, a giudicare dall’approccio, hanno iniziato a fare gli scongiuri. Perfetto per il calcio di Juric (a proposito di sottovalutati), tra i più intensi del campionato sulla scia di quello del maestro Gasperini, Borini sembra aver scelto in maniera il posto dove proseguire una carriera che certamente avrebbe potuto dargli qualche soddisfazione in più.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

⚽️ FABulous DEBUT 😍👏💛💙 #sudiamocelA #Borini #DaiVerona #hellasverona #SerieATIM

Un post condiviso da Hellas Verona FC (@hellasveronafc) in data:

SHARE