SHARE
calciomercato napoli
Fonte: Twitter

Si ricostruisce in casa Napoli, ritornando alla strategia più idonea alle casse azzurre. Nuovi acquisti, talenti affamati e ingaggi contenuti

Un passo indietro per ripartire e riprendere il percorso interrotto. È sempre più evidente la strategia scelta Aurelio De Laurentiis per ricostruire il progetto Napoli. Dopo il fascino Ancelotti, naufragato in un anno e mezzo, si ritorna alla sostanza, alla capacità di scovare talenti ancora non totalmente esplosi o a caccia di riscatto. Alla filosofia societaria che ha permesso al Napoli di essere presenza fissa in Europa e conquistare anno dopo anno considerazione anche e soprattutto in Italia. Una strategia che ha bisogno di un allenatore che sappia trarre da tutti gli elementi il massimo. Non un gestore come Ancelotti o Benitez, ma un allenatore emergente che ha scelto Napoli per consacrarsi, proprio come Gennaro Gattuso.

LEGGI ANCHE: NAPOLI, ACCORDO RAGGIUNTO PER RICARDO RODRIGUEZ

Calciomercato Napoli, le scelte ponderate per gli ingaggi

i nuovi ingaggi napoli

Aurelio De Laurentiis riparte così, in silenzio e investendo. 46 milioni di euro solo a gennaio, nessuno ha speso più della società azzurra. E altri investimenti già messi in programma per giugno. Lobotka, Demme, Rrhamani e Politano, un poker d’acquisti funzionale ed economicamente in linea con le risorse azzurre. Cartellini più o meno costosi, ma stipendi non altisonanti e sempre sotto i 3 milioni di euro. Un’inversione di tendenza rispetto a quest’estate dopo la conferma dei big e dei loro stipendi da top player e l’arrivo di Manolas e Lozano. Il difensore greco e l’attaccante messicano sono subito entrati nella top 5 degli stipendi di tutta la rosa alzando notevolmente l’asticella. Un azzardo che non ha funzionato e che ora De Laurentiis rinnega con un colpo di spugna.

LEGGI ANCHE: CHI È DIEGO DEMME, IL CENTROCAMPO VOLUTO DA GATTUSO

Si punta a calciatori di valore e che non costringono ad alzare il budget destinato agli ingaggi: come Petagna, Pinamonti, Rodriguez e Kumbulla, nomi accostati al Napoli nelle ultime ore. Tutti con un ingaggio massimo di 2 milioni di euro. Rifondare ma sempre con un occhio ben vigile sui conti, con un premio Champions ormai lontano e l’addio di almeno due top player che alleggeriranno le finanze azzurre. Koulibaly, Allan, Callejon e Mertens, sono loro i calciatori che dovrebbero lasciare Napoli

LEGGI ANCHE: CHI È MARASH KUMBULLA, IL DIFENSORE CHE PIACE A INTER E NAPOLI

SHARE