SHARE
Petagna Napoli
Andrea Petagna Napoli FOTO instagram

Andrea Petagna sarà un calciatore del Napoli nella prossima stagione. L’attaccante ha già svolto le visite mediche.

Il Napoli chiude per Andrea Petagna. Il classe 1995 rimarrà a Ferrara sino a giugno per poi unirsi ai suoi nuovi compagni la prossima stagione. Una operazione da 16 milioni di euro più bonus che andranno nelle casse della SPAL, con 5 anni di contratto a 1,7
milioni di euro più bonus a stagione per il calciatore. Gli azzurri hanno battuto la concorrenza di molte squadre, ma la cifra offerta dal direttore sportivo Cristiano Giuntoli ha superato le pretendenti. Il 24enne ringiovanirà un parco attaccanti abbastanza esperto dal punto di vista anagrafico. Ma soprattutto colmerà un posto che molto
probabilmente in questo mercato o nel prossimo verrà lasciato da una punta. Sono
molte infatti le voci che vedono Fernando Llorente e Driens Mertens lontani da Napoli. Lo spagnolo è scontento per via dello scarso minutaggio e mister Rino Gattuso non ritiene l’ex Tottenham e Juve centrale nel proprio progetto. Ed è probabile appunto che se l’allenatore dovesse essere riconfermato in panchina nella prossima stagione, per Llorente sarà già tempo di trovare una nuova destinazione. Per quanto riguarda Mertens, sono insistenti le avanzate di Chelsea, Monaco ed anche Barcellona. Aurelio De Laurentiis, nonostante il contratto del belga in scadenza a giugno 2020, avrebbe chiesto cifre considerevoli per lasciarlo partire già adesso. Un rinnovo appare improbabile al momento, sembra fattibile un addio a parametro zero con il 32enne di Leuven.

LEGGI ANCHE –> Napoli, crollano gli ingaggi: si inverte la rotta del calciomercato

Petagna Napoli, i numeri in carriera dell’attaccante

Andrea Petagna nasce a Trieste il 30 Giugno del 1995. Inizia la sua carriera calcistica nelle giovanili del Donatello Calcio facendo tutta la trafila. Nel 2009 lo acquista il Milan che lo cresce sino a farlo esordire nei professionisti nel 2012 all’età di 17 anni. L’allora allenatore dei rossoneri, Massimiliano Allegri, lo schiera in campo nel match di Champions League perso 1-0 contro lo Zenit di San Pietroburgo. La stagione successiva viene messo in pianta stabile in prima squadra, dove nella prima giornata di campionato contro il Verona esordisce in Serie A. Durante il mercato estivo però, viene ceduto in prestito al Latina, ma a gennaio torna in rossonero. Sempre nel gennaio del 2015 passa in prestito al Vicenza dove realizza il suo primo gol tra i professionisti. A fine stagione Petagna sbarca in bianconero nell’Ascoli e lì avviene la sua consacrazione. Nelle Marche colleziona 32 presenze e 7 reti, cosi la dirigenza dell’Atalanta punta gli occhi su di lui. Con i bergamaschi nel biennio vissuto in nerazzurro colleziona 75 presenze e 11 gol diventando un attaccante di grande spessore in Italia. A Ferrara la neo promossa Spal si lancia sul triestino.

LEGGI ANCHE –> Politano al Napoli: caratteristiche e ruolo. Come cambia l’attacco

Le caratteristiche tecniche

Nella prima stagione sotto la guida di mister Leonardo Semplici diventa un assoluto protagonista ai fini della salvezza, segnando 8 gol. E oggi solo a gennaio nonostante la posizione di classifica sia critica (18° posto), i ferraresi possono affidarsi al suo trascinatore, che al momento ha già siglato 8 reti. Il 24enne scuola Milan, gode di una fisicità importante. Alto 1,88 centimetri, che fanno di lui un colosso, fa della sua prestanza fisica un punto forte. Il ragazzo è un centravanti bravo a giocare di sponda spalle alla porta. Permette alla sua squadra di alzare il baricentro grazie alla sua capacità di coprire il pallone una volta che ne è in possesso. È un calciatore sempre pronto al sacrificio per i propri compagni. Inoltre è dotato di una buona tecnica che lo rendono infallibile dagli 11 metri. L’amore per il calcio nacque grazie al nonno Francesco, originario di Taranto ma triestino di adozione. E che dei giuliani fu a sua volta calciatore per tutti gli anni ’50 e poi allenatore dal 1971 al 1973. Lui aveva portato un Andrea bambino al ‘Nereo Rocco’ per vedere le partite dei biancorossi.

LEGGI ANCHE –> Chi è Marash Kumbulla, il difensore che piace a Napoli e Inter

di Fabio Chiappini

SHARE