SHARE
chi è gaston pereiro
Fonte: Twitter

L’uruguaiano è arrivato a Cagliari nel mercato di gennaio. Scopriamo le caratteristiche tecniche e i numeri in carriera del centrocampista.

Gaston Pereiro è il nuovo colpo del mercato invernale del ds rossoblù Marcello Carli. Potrebbe esordire domenica prossima contro il Genoa. Il classe 95 è l’unico calciatore arrivato in Sardegna a gennaio. Il centrocampista è stato acquistato a prezzo di saldo: 2 milioni. Il suo valore si aggira intorno ai 10, ma aveva il contratto in scadenza col PSV Eindhoven. Un prospetto per il presente ma anche per il futuro visti i 24 anni. Pereiro scalpita per un posto da titolare, ma chi sarà a dare spazio al nuovo arrivato? Uno fra Nàndez e Ionita che domenica scorsa erano presenti nei titolari del match contro il Parma. Non è da sottovalutare che possa essere schierato da trequartista alle spalle di Simeone, affiancando Joao Pedro e Nandez. Nei prossimi giorni avremo notizie più concrete sul possibile schieramento che metterà in campo mister Rolando Maran.

LEGGI ANCHE: INFORTUNIO BASELLI, QUANDO RIENTRA E TEMPI DI RECUPERO

Chi è Pereiro, carriera e caratteristiche tecniche

Pereiro nasce a Montevideo l’11 giugno del 1995. La sua prima esperienza nel calcio dei grandi arriva con la squadra della sua città, il Nacional Montevideo, con cui esordisce contro il Racing: in quel debutto segna anche la prima rete da professionista. Dal 2012 sino al 2015 cresce anno dopo anno e gli osservatori del PSV Eindhoven mettono gli occhi su di lui. Viene acquistato dai “Boeren” per 7 milioni di euro.

Nei Paesi Bassi passa i momenti migliori della sua carriera. In 5 anni colleziona 118 presenze e 44 reti e mostra di avere colpi importanti. Con la nazionale under 20 dell’Uruguay vanta 18 presenze e 7 reti; con la giovane Celeste ha disputato anche il campionato mondiale del 2015 in Nuova Zelanda. Con la prima squadra invece ha raccolto 10 presenze e 4 reti. Pochi giorni fa infine il trasferimento a Cagliari, in Serie A, dove ha giocato il suo idolo: Alvaro Recoba (ha il suo volto tatuato sul braccio).

LEGGI ANCHE: MESSI CONTRO ABIDAL: BUFERA AL BARCELLONA

Fisico e ruolo

Un “bestione” alto 1,88 cm che nonostante la grande stazza gode di un’ottima mobilità. Sa muoversi molto tra le linee e per Rolando Maran avere un centrocampista bravo nell’inserimento è di fondamentale importanza. Ha un’ottima tecnica e la sua dote principale è convergere da destra verso il centro per concludere con il piede mancino. In carriera ha mostrato di saper giocare in diversi ruoli del centrocampo.

In Olanda ha giocato da esterno destro, sinistro, da mezzala e da trequartista. Si tratta quindi di un giocatore duttile, un tuttofare. Che dovrà aiutare il Casteddu a raggiungere il sogno Europa. Lui ha le idee chiare sugli obbiettivi del club ed è molto felice di questa nuova emozionante avventura.

LEGGI ANCHE: DIEGO LOPEZ AL BRESCIA, COME CAMBIA LA FORMAZIONE

Di Fabio Chiappini

SHARE