SHARE
Adrian Galliani

Scopriamo chi è Adrian Galliani, il nipote di Adriano Galliani che ha appena firmato per il Nottingham Forest. Il ragazzo, classe 2001, ha un’esperienza anche nelle giovanili del Milan.

Dopo trent’anni di successi al Milan, Adriano Galliani è ripartito dal Monza. Nuova squadra, vecchi compiti: è l’amministratore delegato e, con Silvio Berlusconi alla presidenza, ha costruito una squadra, allenata da Christian Brocchi, per raggiungere la Serie A in tempi brevi. Intanto per l’ex rossonero è arrivata anche una “soddisfazione” familiare. Il nipote, che si chiama Adrian Galliani, ha firmato con il Nottingham Forest e giocherà con la squadra Under 23. Il ragazzo, classe 2001, è nato a New York ma è di nazionalità italiana. Ha un passato anche con le giovanili del Milan (Under 17 e Under 19) ma non ha mai sfondato. Nell’estate del 2019 è volato in Inghilterra per giocare con il Watford; esperienza durata soltanto tre mesi perché adesso è ripartito dal Nottingham Forest.

LEGGI ANCHE: RAMSEY VIA DALLA JUVENTUS? LE ULTIME NEWS

Adrian Galliani, carriera e caratteristiche

A fine aprile compirà 19 anni, è un trequartista offensivo che gioca spesso anche da seconda punta. Ha caratteristiche molto interessanti ma finora non è ancora riuscito ad esprimere il suo talento. La sua giovane carriera è iniziata proprio in Gran Bretagna, al Reading, nel lontano 2014. Dopo un anno è entrato nel settore giovanile del Milan dove però non ha trovato grande spazio.

LEGGI ANCHE: INFORTUNIO DOUGLAS COSTA, I TEMPI DI RECUPERO

In mezzo un’esperienza alla IMG Academy, negli States, prima del ritorno in Italia e poi di nuovo Inghilterra con Watford e adesso Nottingham Forest. Che gioca in Championship, la Serie B inglese. Parliamo di una squadra gloriosa che in passato ha vinto anche titoli importanti come la Coppa dei Campioni. Sarà sicuramente un’avventura affascinante per lui: è ancora molto giovane e ha tutto il tempo per imporsi. Giocherà inizialmente nella squadra riserve ma farà di tutto per scalare le gerarchie. E chissà se un giorno non avrà la possibilità di giocare per il Monza o in Italia.

LEGGI ANCHE: COME CAMBIA LA SPAL CON DI BIAGIO

SHARE