SHARE

Napoli Barcellona è anche una sfida nella sfida tra Gennaro Gattuso e Quique Setien, debuttanti in Champions League e subentrati quest’anno nei rispettivi club

Una coppia di centrocampisti perfetta, Gennaro Gattuso a contrastare e recuperare palla e Quique Setien tecnico e abile come numero 10. Entrambi ex calciatori e ora allenatori da Champions League, quasi per caso. Ad inizio stagione nessuno dei due aveva immaginato di poter disputare un ottavo di finale della Coppa per eccellenza. E invece Gattuso ha sostituito Ancelotti per mettere ordine ad un Napoli sempre più in balia, così come Quique Setien al Barcellona che a 61 anni ha conquistato la grande occasione della sua carriera.

LEGGI ANCHE: NAPOLI-BARCELLONA, LA PRIMA DI MESSI AL SAN PAOLO

Da Valverde vs Ancelotti a Setien vs Gattuso, una sfida che assume tutt’altro significato per entrambe le squadre e soprattutto per i rispettivi allenatori. Un sogno per Setien allenare i blaugrana, seguace di Johan Cruyff e del calcio basato sul possesso palla. Avrebbe dato un mignolo per giocare con l’olandese, ora prova a riportare il suo calcio in Catalogna. Gattuso cerca conferme dopo la crescita in campionato e una partita così importante contro un top club potrebbe dare lo slancio decisivo per la risalita in classifica.

LEGGI ANCHE: Napoli Barcellona: dal Betis al San Paolo Setien contro il pupillo Fabian

Due palmares agli antipodi

In campo ha vestito le maglie di Racing Santander, Atletico Madrid, Logrones e Levante, giocando tre partite con la nazionale spagnola e facendo parte della lista dei convocati per il Mondiale 1986. Una carriera tutto sommato onesta per chi non voleva correre come ammesso spesso dallo stesso Setien, ma che sfigura se confrontata a quella di Gattuso, lui sì che correva anche per due. E quanti titoli per Ringhio: il Mondiale 2006, due Champions League, due scudetti e tanto altro.

LEGGI ANCHE: CHI È TRICAO, IL CALCIATORE DEL FUTURO DEL BARCELLONA

Da allenatori tanta gavetta per entrambi, con Quique Setien che si rivela al grande calcio prima con il Las Palmas e poi con il Betis. A Siviglia massimizza la sua filosofia di gioco: recupero palla immediato, ampiezza, costruzione dal basso e triangoli e rombi in fase di possesso palla. Intanto Gattuso allena in Grecia, a Pisa e poi nel suo Milan. Due piazzamenti in Europa e nell’ultima stagione ad un solo punto di distanza da una clamorosa Champions League.

I precedenti

Ora l’esordio in Champions League contro Gennaro Gattuso, anche lui alla sua prima volta. I due si sono incrociati nell’autunno 2018 in Europa League. Pochissima l’esperienza di entrambi nelle coppe europee con tre partecipazioni in due: una per Quique Setien e due per Gennaro Gattuso. Nell’unico scontro diretto tra i due vittoria del Betis a San Siro per 2-1, mentre al ritorno finì 1-1 e Milan eliminato dalla competizione. Non andò lontano il club spagnolo nonostante l’ottima impressione data in Italia. Sembra trascorsa un’eternità, ma il lavoro paga e ora la sfida si rinnova, questa volta sul grande palcoscenico della Champions.

LEGGI ANCHE: NAPOLI, CROLLANO GLI INGAGGI: SI INVERTE LA ROTTA DEL CALCIOMERCATO

SHARE