SHARE
fabian setien

Monopolizzato dall’arrivo di Lionel Messi nel tempio di Maradona, Napoli Barcellona è anche l’occasione per Setien di affrontare il suo pupillo Fabian

Innamorato di Fabian, al punto tale da negargli il Barcellona e beffardamente non ritrovarlo dopo anni nella rosa catalana. Davvero particolare l’intreccio che lega Quique Setién, attuale allenatore del Barcellona e Fabian Ruiz. Insieme al Betis, il centrocampista deve tutto o quasi all’intuizione dell’allenatore che fin dai primi allenamenti scelse di puntare su di lui. Il gioco verticale del Betis aveva bisogno di un elemento come Fabian, perfetto per fare da raccordo tra centrocampo e attacco in un 4-2-3-1 decisamente codificato. Un’esaltazione delle sue qualità che aveva spinto il Barcellona a sondare il terreno per portare in Catalogna. Un interesse nato ancora prima che Fabian si facesse notare dal Napoli e da mezza Europa.

LEGGI ANCHE: NAPOLI BARCELLONA: GATTUSO VS SETIEN, LA SFIDA TRA DEBUTTANTI

Fabian e il trasferimento saltato al Barcellona, grazie a Setien

fabian

È stato lo stesso Quique Setien a raccontarlo e a rivelare di aver rifiutato un’operazione di circa 1 milione di euro che avrebbe portato Fabian al Barca B, squadra riserve dei blaugrana. Una scelta vincente che ha permesso al calciatore di crescere ed evolversi, del resto l’allenatore ci aveva visto giusto. Conquistato dalla sua capacità di apprendere e dai suoi margini di crescita, ha ceduto solo alle lusinghe del Napoli che sul piatto mise ben 30 milioni di euro. Un’offerta irrinunciabile per il Betis, anche se Quique Setien è convinto che un’altra stagione in Spagna avrebbe raddoppiato il valore del suo pupillo.

LEGGI ANCHE: NAPOLI BARCELLONA: LA PRIMA DI MESSI AL SAN PAOLO 

Nel frattempo l’Europeo Under 21 ha consacrato la stella di Fabian che nonostante una stagione sottotono continua ad essere nei radar della Liga. I gol contro l’Inter e il Brescia hanno riacceso le voci di mercato. Poco male perché dall’approdo al Barcellona di Quique Setien, si era parlato di un suo possibile trasferimento al club catalano. Il destino però è beffardo, come dimostrato più volte dal calcio. A poche settimane dal suo arrivo sulla panchina blaugrana, Setien arriva al San Paolo e affronterà per la prima volta da avversario anche il suo pupillo Fabian. Alla sua prima in Champions League.

SHARE