SHARE
getafe
Fonte: Twitter

Scopriamo come gioca e la formazione tipo del Getafe, prossimo avversario dell’Inter agli ottavi di Europa League. Tutto quello che c’è da sapere sulla squadra spagnola allenata da Bordalas. 

La Roma sfida il Siviglia agli ottavi di Europa League. L’Inter, dopo aver superato senza fatica il Ludogorets, si ritrova invece il Getafe. Nessun precedente fra le due squadre e, sulla carta, avversario più abbordabile. Ma in realtà non è così e guai a sottovalutarlo.

Attualmente è la quinta forza della Liga ed è ad un solo punto dal quarto posto (occupato proprio dal Siviglia). Ma il Getafe non è una sorpresa: è da qualche anno che, con Bordalas alla guida, riesce ad ottenere ottimi risultati. Dalla promozione fino alla qualificazione in Chamopions League sfiorata ma che adesso è ancora possibile. Andiamo a vedere tutto quello che c’è da sapere su questa squadra che ha appena buttato fuori l’Ajax, semifinalista della scorsa Champions.

Bordalas come Simeone

getafe
Fonte: Twitter

Ecco una delle sorprese più interessanti degli ultimi anni in Spagna, il Getafe. Attualmente è quinto in classifica in Liga, ad un solo punto dalla quarta, il Siviglia. Per spiegare come gioca serve molto poco. Basti pensare a Simeone e il suo Atletico Madrid. Bordalas è uno dei seguaci più ossessionati del Cholismo e lo applica alla lettera. Così, in tre anni, ha raggiunto una promozione, un ottavo posto e una qualificazione in Europa League (sfiorando la Champions). E ora, alla quarta stagione alla guida del Getafe, è in piena lotta ancora per il quarto posto.

Insomma, una vera e propria realtà. Ed è per questo motivo che l’Inter non deve sottovalutarla. Errore che evidentemente ha fatto anche l’Ajax, eliminato ai sedicesimi proprio dagli spagnoli. Bordalas, come Simeone, gioca con un 4-4-2 classico e con una chiara propensione difensiva. Linee strette e chiusura degli spazi, per poi ripartire in velocità e colpire in contropiede. Così gioca il Getafe, nulla più. Da segnalare la grande cattiveria agonistica che spesso sfocia in atteggiamenti poco sporitivi. Nel complesso resta una squadra molto pericolosa. Ecco, di seguito, la formazione tipo:

Getafe (4-4-2): Soria; Suarez, Djene, Etxeita, Olivera; Nyom (Kenedy), Maksimovic, Arambarri, Cucurella; Mata (Deyverson), Angel Rodriguez.

SHARE