SHARE
Fonte: https://www.piqsels.com/en/public-domain-photo-scowc

Che sia per semplice divertimento o per il gusto di mettersi alla prova, il gioco piace un po’ a tutti e non mancano anche tra i calciatori veri e propri appassionati di questo mondo. Sarà per lo spirito di competizione che anima gli sportivi, sono infatti tanti i campioni che non nascondono di dedicare molto del loro tempo libero alle carte e ai casino: ecco alcuni dei nomi più famosi.

Fonte: https://www.piqsels.com/en/public-domain-photo-scowc

Ronaldo, Totti e gli altri: quella folle passione per il poker

Tra i giochi di casinò più amati da calciatori ed ex calciatori spicca sicuramente il poker, che negli ultimi anni ha visto molti campioni del rettangolo verde prendere parte a tornei di rilievo sia fisici che digitali. Il “fenomeno” brasiliano Ronaldo, per esempio, è oggi uno dei volti più noti del calcio mondiale a essersi reinventato pro player di poker, con risultati peraltro abbastanza soddisfacenti.

Tra i professionisti del poker troviamo anche un’ex icona del Parma anni ’90, la squadra che sotto la guida di Nevio Scala ha fatto sognare l’Italia e l’Europa: parliamo di Tomas Brolin, attaccante svedese che oggi si dimostra sul tavolo verde abile e imprevedibile proprio come sul campo di calcio, tanto da essere una presenza quasi fissa nei principali tornei mondiali.

Anche il nostro Francesco Totti non ha mai nascosto la sua passione per il poker, sebbene si tratti, a differenza di Ronaldo e Brolin, più di un hobby che di una nuova professione. Più volte, proprio il “Pupone” ha raccontato aneddoti divertenti riguardo alle partite disputate con alcuni compagni di squadra, come Cassetti e Mexes, durante i ritiri pre-partita, un modo per rilassarsi e divertirsi tenendo al tempo stesso allenata la mente.

I calciatori-pokeristi, però, sono davvero tanti: oltre ai campioni già citati, infatti, è impossibile non ricordare Gerard Piqué, difensore e bandiera del Barcellona che ha preso anche parte a eventi di rilievo come le WSOP e l’EPT della città catalana portando a casa anche importanti vincite, Gigi Buffon, Christian Vieri e Neymar, quest’ultimo classificatosi sesto alle High Rollers delle Brazilian Series of Poker (BSOP).

Fonte https://www.pikist.com/free-photo-ikncd

Da Nainggolan a Vidal, non solo il poker tra le passioni dei calciatori

La passione per il gioco non riguarda soltanto il poker, che pure come visto è uno dei passatempi più amati da calciatori ed ex calciatori: sono infatti tanti i nomi di coloro che non rinunciano a prendere parte ai giochi da casino, sia in formato fisico che digitale. Sebbene il fascino delle sale da gioco fisiche sia indiscutibile, infatti, negli ultimi anni la diffusione dei casino digitali ha permesso di giocare in maniera ancora più comoda e semplice. Ecco perché le app di casino online anche dai calciatori, che riescono così a prendere parte a partite singole e tornei nelle pause tra un allenamento e l’altro.

Uno dei più fervidi appassionati di casino è, per esempio, l’eccentrico Radja Nainggolan, che ha già vestito le maglie di Roma, Inter e Cagliari: su di lui girano diversi aneddoti, come quello raccontato dall’ex compagno di squadra Wojciech Szczesny, che ricorda di quella volta in cui il “Ninja” non si accorse di aver vinto200mila euro al Casino di Montecarlo. Il portiere polacco si diverte infatti a raccontare come Nainggolan, convinto di aver perso tutto, non si fosse accorto del fatto che il suo compagno aveva invece intascato l’intera vincita.

Altro grande amante dei casino è Arturo Vidal, l’attaccante ex Juventus che più di una volta ha fatto parlare di sé per qualche notte di fuoco tra gioco e colpi di testa. Il campione cileno, quando può, non fa mancare la sua presenza al tavolo verde, che rappresenta ormai per lui il secondo “campo da gioco”, nonostante i suoi allenatori non sempre siano completamente d’accordo.

Tra i calciatori legati al mondo dei casino, infine, ricordiamo il possente difensore inglese Rio Ferdinand, la cui passione per il gioco l’ha portato a fare anche da testimonial a un operatore online britannico, un’opportunità a cui il campione non ha potuto e voluto rinunciare dimostrando la sua vicinanza a un mondo tanto variegato quanto affascinante.

SHARE