SHARE
mario balotelli record
Fonte: Twitter

5 ottobre, è questa la data fissata per la chiusura della sessione estiva di calciomercato. Le difficoltà economiche dovute all’emergenza sanitaria riguardano tanti club di Serie A, così quello che sta per concludersi è stato un mercato sottotono, al netto di grandi colpi come Osimhen o Hakimi, fatto perlopiù di scambi, prestiti e poco contante.

Andiamo a vedere, allora, quali potrebbero essere i colpi utili a ravvivare questi ultimi giorni di trattative.

Emerson Palmieri (Chelsea)

Il terzino della nazionale è richiesto da Juventus e Inter: ad oggi sono i bianconeri ad avere più necessità sull’out sinistro, come dimostra l’utilizzo di Frabotta alla prima di campionato, contro la Samp. C’è De Sciglio in partenza (PSG o Barcellona), Alex Sandro non è al top: insomma, la Juve ha bisogno di un esterno mancino. L’Inter è stata sempre vigile sulla situazione dell’ex Roma, ma l’impossibilità di cedere Perisic costringe Conte e “reintegrare” il croato e ad insistere su di lui nonostante le difficoltà mostrate ad inizio dello scorso anno. Il Chelsea chiede 25 milioni di euro ma deve cedere: con l’acquisto di Childwell, uno tra Marcos Alonso e Emerson Palmieri è di troppo e così prende corpo l’ipotesi prestito.

N’Golo Kanté (Chelsea)

È il tassello che manca all’Inter per essere considerata la favorita per lo scudetto dai bookmakers online che prevedono anche un bonus benvenuto casino. Il vero problema è che il mediano francese, “pallino” di Conte, non è tra i cedibili per il Chelsea. Si parla di una valutazione pari a 50 milioni di euro, spesa insostenibile per i nerazzurri soprattutto nel caso in cui non venissero chiuse almeno 2-3 cessioni di rilievo. Insomma, per ora è una suggestione ma il fatto stesso che nell’ambiente interista se ne continui a parlare può far sperare in inattesi scenari che potrebbero concretizzarsi negli ultimi giorni di mercato.

Sokratis Papastathopoulos (Arsenal)

Il greco potrebbe arrivare al Napoli anche in caso di permanenza di Koulibaly: diverrebbe però necessaria la cessione di Maksimovic. Per Sokratis garantisce Gattuso, per il Napoli potrebbe trattarsi di un affare interessante visto che il centrale arriverebbe a costo zero: ha ancora un contratto di un anno con l’Arsenal, ma coi “gunners” potrebbe arrivare una sorta di rescissione consensuale. Il Napoli ha pronto un triennale da 4 milioni di euro netti a stagione, Sokratis dà priorità al club partenopeo prima di valutare altre offerte che provengono da altri club di Premier, dal Qatar e dall’Arabia Saudita.

Mario Balotelli (svincolato)

Dopo la deludente stagione col Brescia, Balotelli probabilmente per la prima volta in carriera di fatto non ha offerte concrete sul tavolo. Si comincia a parlare con insistenza del Genoa e per il centravanti italiano sarebbe una sorta di jolly: in pochi scommettono su una sua permanenza in A, più probabile una destinazione “esotica” (MLS?). Va segnalato che il nuovo d.s. del grifone, Faggiano, ha già provato ad ingaggiare Balotelli ai tempi del Parma. Vedremo se questa sarà la volta buona.

Chris Smalling (Manchester United)

Fonseca ha detto a chiare lettere di rivolere il centrale inglese, alla Roma lo scorso anno in prestito oneroso (3 milioni). I giallorossi stanno provando in tutti i modi a riportarlo nella capitale, lo United (nonostante Solskjaer continui a non puntare sul giocatore) non scende dalla valutazione iniziale che sta bloccando la trattativa, 20 milioni di euro. La Roma ha però pronti 12 milioni (qualcosa arriverà dalle cessioni di Fazio e Juan Jesus) per l’inglese che ha già dato il suo ok al triennale da 3.5 milioni di euro proposto da Fienga.

Nikola Milenkovic (Fiorentina)

Anche il serbo è valutato 20 milioni di euro dalla Fiorentina. Pioli ha ribadito la necessità di intervenire in difesa, ma per un investimento di questo tipo c’è bisogno di incassare da qualche cessione (Paquetà al Lione?). La viola si sta già cautelando ed ha messo nel mirino Fazio e Lyanco, è un segnale. Con la Fiorentina potrebbe essere imbastita anche la trattativa Chiesa, ma per ora il Milan vuole rinforzare il reparto arretrato. Ayer e Fofana (Celtic e Saint-Etienne) sono le alternative.

SHARE