SHARE
Luis Suarez
FOTO - Twitter ufficiale Luis Suarez

L’ultimo ciclo di tamponi della Nazionale dell’Uruguay ha riservato una bruttissima sorpresa all’Atletico Madrid. Il bomber Luis Suarez, ex Liverpool e Barcellona, è infatti risultato positivo al COVID-19 dopo gli ultimi controlli effettuati. La stessa Nazionale uruguaiana ha reso pubblica la notizia attraverso una breve nota sul suo sito ufficiale e suoi social.

Luis Suarez positivo al COVID-19: salta la gara contro il Barcellona

BOLIVIA, PRESIDENTE FEDERCALCIO ARRESTATO DURANTE UNA PARTITA

Suarez non è stato l’unico positivo riscontrato dopo l’ultimo giro di tamponi. Insieme all’attaccante, infatti, sarebbero risultati positivi al COVID-19 anche Rodrigo Munoz e il capo dell’ufficio stampa della Nazionale Matias Faral. Secondo quanto spiegato, tutti e tre i ragazzi si troverebbero in regime di isolamento. Inoltre, i tre godrebbero di buona salute, senza particolari sintomi o problematiche.

Una beffa su tutti i livelli quella di Suarez. Non solo perché il suo inizio di stagione è parso folgorante ma anche perché il 21 novembre l’Atletico Madrid affronterà il Barcellona. Nella squadra blaugrana Suarez ha militato per anni, segnando valanghe di gol e contribuendo in maniera importantissima ai trionfi del club. Poi, dopo l’idillio, l’improvvisa rottura con il Barcellona.

KROOS CONTRO FIFA E UEFA: “TROPPE PARTITE NON NECESSARIE”

L’arrivo di Koeman, le problematiche di spogliatoio, le difficoltà dirigenziali e la battaglia silenziosa tra Messi e il club hanno certamente contribuito al suo addio. Di fatto, Luis Suarez sembrerebbe esser stato letteralmente cacciato dal Barcellona. Come peraltro ha fatto intendere anche Messi in uno dei suoi post social più recenti. Suarez e la pulce infatti hanno instaurato un otttimo rapporto di amicizia ed evidentemente entrambi hanno sofferto questo addio.

Per adesso dunque niente rivincita per Luis Suarez contro il Barcellona. L’attaccante ex Ajax dovrà inevitabilmente attendere il girone di ritorno per poter affrontare per la prima volta da avversario la sua ex squadra.

LUCAS ALARIO, IL VICE LEWANDOWSKI DELLA BUNDESLIGA

SHARE