SHARE
Nations
FOTO - Twitter ufficiale La UEFA

La prima edizione della Nations League è terminata il 9 giugno del 2019, quando grazie ad un gol di Guedes il Portogallo di Fernando Santos ha battuto l’Olanda di Koeman. La fase a gironi di questa seconda edizione, invece, si è conclusa ieri sera, con Italia e Belgio che giocheranno insieme a Francia e Spagna la Final Four in programma per l’anno prossimo.

Quando e dove si gioca la Final Four di Nations League

All’inizio la Final Four, ovvero il torneo ad eliminazione diretta giocato dalle quattro vincitrici dei gironi di League A, si sarebbe dovuta giocare a giugno del 2021. La pandemia da coronavirus, però, ha cambiato completamente i piani dell’UEFA, che in quelle date ha dovuto spostare l’Europeo del 2021. La Final Four di Nations League, quindi, si giocherà fra il 6 e il 10 ottobre, quando si terrà sia l’attesissima finale che la meno attesa (ma pur sempre emozionante) “finalina” per il terzo posto. Il 6 e il 7 ottobre, invece, si terranno le due semifinali.

La Nations League 2021, come l’edizione 2018-2019, si svolgerà in un unico Paese. Se la prima edizione si è svolta in Portogallo (rispettivamente negli stadi di Porto e Guimarães), l’edizione del 2021 si svolgerà in Italia, ovvero la vincitrice del Gruppo 1. Gli Azzurri, quindi, saranno a tutti gli effetti i padroni di casa.

INFORTUNIO KIMMICH | QUANDO RIENTRA | TEMPI DI RECUPERO

Le squadre qualificate alla Final Four di Nations League

Prima dell’ultima giornata, si conoscevano solamente due delle quattro squadre che avrebbero giocato la Final Four. Queste squadre erano Francia e Spagna, vincitrici rispettivamente del Gruppo 3 e del Gruppo 4, a cui si sono aggiunte, in seguito delle vittorie ottenute rispettivamente con Bosnia e Danimarca, Italia e Belgio, prime classificate del Gruppo 1 e del Gruppo 2.

Sappiamo già, inoltre, contro chi giocheranno gli Azzurri: i ragazzi di Mancini infatti affronteranno il fortissimo Belgio, mentre i campioni del mondo della Francia sfideranno la lanciatissima Spagna di Luis Enrique.

KROOS CONTRO FIFA E UEFA: “TROPPE PARTITE NON NECESSARIE”