SHARE
Costa
FOTO - Sito ufficiale Transfermarkt

Bruttissime notizie per riguarda l’Atletico Madrid, costretto a perdere un giocatore fondamentale nelle rotazioni di Simeone, che sperava di averlo finalmente recuperato dopo due anni decisamente opachi soprattutto dal punto di vista fisico. Di quell’attaccante che nel 2014 era uno dei più forti al mondo sembrava essere rimasto poco, ma l’allenatore colchonero, suo grande estimatore, era consapevole di quanto Diego Costa potesse ancora dare alla sua squadra.

EUROLEGHE: LE 5 SCOMMESSE DI PREMIER LEAGUE

Come riporta AS, Costa ha avvertito un leggero fastidio alla gamba durante una delle ultime sessioni di allenamento prima della sfida contro il Lokomotiv Mosca, a seguito del quale ha deciso di sottoporsi agli esami di rito per scongiurare eventuali complicanze, che sono invece arrivate: dagli esami è infatti emerso che Costa soffre di trombosi venosa profonda spontanea alla gamba destra. Come anche il nome stesso della condizione clinica lascia intendere, non sono stati identificate possibili cause scatenanti.

Infortunio Costa | quando rientra | tempi di recupero

Una diagnosi che mette sicuramente i brividi all’Atletico Madrid e soprattutto al Cholo Simeone, che perderà il suo pupillo per un tempo ancora da stabilire. Il dottor Josè Gonzàles, sempre intervistato da AS, ha dichiarato che questo infortunio potrebbe essere in qualche modo correlato al COVID e che in ogni caso richiederà almeno un mese di stop per scongiurare possibili e gravi complicanze. C’è il rischio, infatti, che il trombo si stacchi e possa raggiungere il polmone, causando un’embolia polmonare e portando persino alla morte del soggetto interessato.

INFORTUNIO KIMMICH | QUANDO RIENTRA | TEMPI DI RECUPERO

Il mese di stop sopracitato, però, è puramente indicativo e tutto dipenderà dal decorso della malattia che ha colpito lo sfortunatissimo Diego Costa, che in queste ultime stagioni ha dovuto saltare 48 partite per tutti i vari infortuni che lo hanno colpito. Per questo motivo, Simeone potrebbe aver già perso il suo jolly offensivo.

BOLIVIA, PRESIDENTE FEDERCALCIO ARRESTATO DURANTE UNA PARTITA