SHARE
CM Punk
FOTO - Twitter CM Punk

Sia gli appassionati di wrestling che di MMA conosceranno senz’altro CM Punk, nome d’arte di Phil Brooks, ex lottatore della WWE e della UFC in diversi periodi della sua carriera. Per anni una stella di prima grandezza nello sport entertainment, Punk decise di lasciare la WWE per alcune problematiche venutesi a creare con la dirigenza in relazione allo stress psico-fisico e alla gestione del suo personaggio. Tempo dopo, il ragazzo ha combattuto due incontri nelle arti marziali miste, finendo però sempre sconfitto e dando l’impressione di non essere pronto abbastanza per il salto.

Durante un’intervista rilasciata alla sua amica e giornalista Renee Young al suo podcast “Oral sessions”, Punk ha fatto chiarezza sulle sue ambizioni in UFC e sul suo passato in relazione ale arti marziali miste.

UDINESE CROTONE, DOVE VEDERE IN TV E IN STREAMING

CM Punk rivela: “Volevo lasciare la WWE per la UFC già nel 2010”

“Avevo pianificato di lasciare la WWE al termine del mio contratto, cosa che sarebbe successa nel 2010 o nel 2011. Queste erano un po’ le mie intenzioni, poiché volevo provare a farmi un nome nelle arti marziali miste. Ma per poterci riuscire avevo bisogno di allenarmi. Ho sempre pensato che per fare sul serio non sarebbe bastato allenarsi nel tempo libero. Non poteva essere un semplice hobby, perciò la mia idea era quella di lasciare la WWE”, spiega CM Punk.

“A prescindere, avrei avuto bisogno di un periodo di pausa dal wrestling. Ma probabilmente mi sarei dedicato per tantissimo tempo a un allenamento full time per competere nelle arti marziali miste”, ha continuato.

Leggi anche:  Holloway: "Rispetto Kattar, non vedo l'ora di capire cosa sa fare"

BENEVENTO LAZIO, DOVE VEDERE IN TV E IN STREAMING

Punk ha poi risposto alle molte critiche ricevute sui social in questi anni: “Ci sono tantissime persone là fuori che amano massacrare me e il mio lavoro. Addirittura dicono che mi faccio picchiare solo prendere un milione di dollari. Ma la mia risposta è sempre la stessa: provate a fare il lavoro che ho fatto io, per potermi permettere che qualcuno mi offrisse quella cifra. Evidentemente c’era chi era interessato a vedere proprio me, non altri”.

BENTALEB, RESCISSIONE IN VISTA: LO SCHALKE LO HA SCARICATO

SHARE