SHARE
Tuchel Esonero
FOTO - Twitter @MailSport

Che la panchina di Thomas Tuchel non fosse intoccabile si era ampiamente capito nelle scorse settimane, quando voci insistenti aveva dato per prossimo il suo esonero. L’inizio di stagione della compagina parigina, dopotutto, non è stato certo dei migliori, con il PSG che al momento occupa il terzo posto in campionato, a -1 da Lilla e Lione. Nella mattinata odierna, tuttavia, il giornale tedesco Bild ha inaspettatamente annunciato che il PSG ha deciso di esonerare Tuchel, individuando in Pochettino il suo possibile sostituto.

Una gestione non fallimentare

Una mossa apparentemente insensata, dato che la stessa squadra arriva da una buonissima vittoria ottenuta contro lo Strasburgo e la stagione non è irrimediabilmente compromessa. Ad agosto, inoltre, il tecnico tedesco era riuscito a portare il PSG in finale di Champions League (la prima della storia del club), e, pur perdendola, aveva vinto tutto in Francia. La gestione Tuchel perciò non si può definire fallimentare ed è estremamente probabile che a causarne l’esonero siano state le frizioni con la società, che non l’ha mai difeso a dovere.

NADAL E SINNER SI ALLENERANNO INSIEME PER GLI AUSTRALIAN OPEN

Il pessimo rapporto con Leonardo

Il rapporto fra il tecnico tedesco e Leonardo, infatti, non è mai stato dei migliori, tanto che già a metà ottobre il dirigente brasiliano era arrivato a definire “imbarazzanti” alcune parole di Tuchel, che aveva richiesto alcuni rinforzi per allungare una rosa falcidiata dagli infortuni. In quella stessa occasione, Leonardo aveva detto che Tuchel, se fosse voluto rimanere alla guida del club, avrebbe dovuto rispettare le regole del club. Parole che avevano fatto tremare tutto il club e che hanno definitivamente incrinato il rapporto fra due

SINNER, TREVISAN E SONEGO VINCONO I SUPERTENNIS AWARDS

Esonero Tuchel: i sostituti

Alla vigilia di Natale, dunque, è arrivato l’esonero di Tuchel. Il PSG si è subito messo alla ricerca di un sostituto, dato che l’inizio della Ligue 1 è fissato al 6 gennaio: la prima scelta di Leonardo è Mauricio Pochettino, con cui è probabile che si troverà un accordo nelle prossime ore. Nel caso non dovesse arrivare, si fa strada l’ipotesi dell’arrivo di Allegri o del “traghettatore” Thiago Motta, che in passato ha già allenato le giovanili del club parigino.

ATP AWARDS 2020, TUTTI I VINCITORI DI QUEST’ANNO