SHARE
Trippier Squalifica
FOTO - Twitter Trippier

Kieran Trippier ha iniziato decisamente bene questa stagione, giocando con il suo Atletico Madrid tutte le partite di Liga e tutte le partite di Champions, per un totale di 1710 minuti. Negli scorsi giorni, tuttavia, è arrivata una squalifica pesantissima, che lo terrà fuori dai campi di gioco per molto tempo: il giudice sportivo, infatti, ha deciso di punirlo con 10 settimane di squalifica e più di 70 mila euro di multa. Simeone quindi dovrà fare a meno del suo pupillo fino a fine febbraio, quando il terzino inglese potrà ritornare a giocare.

RUBLEV: “FEDERER? NESSUNO COME LUI, NON VEDO L’ORA CHE TORNI”

Kieran Trippier: perché è arrivata la squalifica?

Quando ancora era formalmente un giocatore del Tottenham, Kieran Trippier disse al fratello di scommettere sul suo trasferimento all’Atletico Madrid, che si sarebbe concretizzato in poco tempo. Il 17 luglio, infatti, la squadra spagnola sborsò 22 milioni di euro per portarlo alla corte di Simeone e il fratello ovviamente vinse la scommessa, violando così le regole della federcalcio inglese che vietano ai calciatori di scommettere e di divulgare informazioni “sensibili”.

I BOOKMAKERS SI SBILANCIANO: EL SHAARAWY E NAINGGOLAN ALLA ROMA

Il caso Sturridge

Un caso analogo è quello di Daniel Sturridge, che nel marzo di quest’anno è stato punito con 4 mesi di stop forzato, perché nel 2018 aveva divulgato al fratello informazioni riservate riguardo ad un suo possibile passaggio al Siviglia, che poi non si è mai concretizzato. Questo stop, che di fatto ha anticipato la fine della sua stagione, ha anche portato alla risoluzione del contratto che lo legava al Trabzonspor.

Con la squalifica di Trippier ovviamente non andrà così, anche perché Simeone non potrebbe fare a meno delle sue qualità in fase di copertura e soprattutto in fase di spinta, che lo hanno portato a realizzare già 4 assist in questa stagione. Lo stop del terzino inglese è quindi una grave perdita anche per tutti i fantallenatori che hanno puntato su di lui per le loro Euroleghe: sarà difficilissimo, infatti, trovare un suo degno sostituto.

NADAL E SINNER SI ALLENERANNO INSIEME PER GLI AUSTRALIAN OPEN