Home Altri Sport UFC, i fighter più migliorati del 2020: c’è Vettori

UFC, i fighter più migliorati del 2020: c’è Vettori

Marvin Vettori
FOTO - Twitter ufficiale Vettori

L’anno 2020 sta ormai andando verso la sua conclusione e tanto interesse ha destato, a livello sportivo, anche per le MMA, con la federazione di punta della UFC che sembra sempre rappresentare il punto di riferimento nel mondo. Ovviamente molti hanno fatto nell’ottagono mentre altri, invece, non tanto. Ci sono però in particolare dei lottatori che hanno mostrato evidenti miglioramenti per ciò che concerne la loro posizione all’interno della compagnia nel corso dell’ultimo anno. Così, L’Ultimo Uomo ha messo in piedi una classifica dei fighter più migliorati di questo 2020 ormai agli sgoccioli. E c’è anche il nostro Marvin Vettori.

UFC, i fighter più migliorati del 2020: c’è Vettori

Secondo questa classifica (una Top 5), al quinto posto troviamo Deiveson Figueiredo, attuale campione dei pesi mosca della UFC ed eletto addirittura fighter of the year della promotion di Dana White. Il campione attuale nel 2020 ha vinto 3 incontri e ha pareggiato l’ultimo, molto bello, contro Brandon Moreno e si candida come uno dei campioni più interessanti per il prossimo anno.

Al quarto posto troviamo invece Weili Zhang, che nel 2019 era diventata la prima campionessa femminile cinese della storia della UFC. Nel 2020 ha combattuto soltanto una volta (e vinto) contro Joanna Jedrzejczyk. Un match molto bello ma cruento, tanto è vero che la polacca ne uscì con evidenti deformazioni facciali che fecero temere problemi più seri.

Sul gradino più basso del podio l’italiano Marvin Vettori. Il suo 2020 è stato davvero netto: due match, due vittorie dominanti e un nome che sta cominciando davvero a suonare come credibile in UFC. Adesso è quarto nel ranking dei pesi medi e il suo obiettivo è chiaramente la cintura di categoria.

Al secondo posto ecco proprio il campione della categoria, cioè Israel Adesanya. Respinti gli assalti titolati di Romero e Paulo Costa con due prestazioni tanto diverse quanto attente e dominanti (specialmente la seconda). Per lui si parla anche di un salto di categoria, che potrebbe generare una maggiore credibilità in caso di vittorie.

Al primo posto però ecco Khamzat Chimaev, quello che molti considerano una sorta di erede spirituale di Khabib Nurmagomedov. Tre incontri combattuti, tutti dominati. Il 2020 è stato senz’altro il suo anno.

Previous articleFederer dal cuore d’oro: auguri speciali a una fan centenaria
Next articleVettori vs Hermansson uno dei migliori match del 2020 secondo ESPN
Giornalista pubblicista, studente di Scienze Motorie. Calcio, tennis, wrestling. La scrittura come passione, lavoro e veicolo emotivo. Su Contra-Ataque perché proporre qualcosa di differente, al giorno d'oggi, è fondamentale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here