Home Altri Sport Jon Jones: “Ecco perché ho reso vacante il titolo Light Heavyweight”

Jon Jones: “Ecco perché ho reso vacante il titolo Light Heavyweight”

Jon Jones
FOTO - Twitter Jon Jones

Jon Jones continua a essere uno dei fighter più famosi, forti ma anche “dannati” della UFC e delle MMA in generale. Molto spesso Jones è stato infatti talento e sregolatezza, con stop dettati dal doping o da altre situazioni vissute di certo non impeccabili. In una recente intervista rilasciata all’influente Bleacher Report, Jones ha parlato di un tema dell’ottagono decisamente specifico, ovvero la sua decisione di rendere vacante il titolo dei pesi medio-massimi per passare a fare un salto di categoria. Jones infatti sarà il primo sfidante alla cintura dei pesi massimi dopo il match tra Miocic e Ngannou, che si sfideranno proprio per la medesima cintura.

Jon Jones: “Ecco perché ho reso vacante il titolo Light Heavyweight”

La decisione di Jones per alcuni è stata affrettata, altri ancora la ritengono quantomeno sorprendente. Proprio “Bones” ha voluto chiarire la sua posizione e la sua scelta a riguardo. “La motivazione per cui ho deciso di rendere vacante il titolo Light Heavyweight anziché tenerlo risiede nel fatto che sapevo bene che il mio approdo tra i pesi massimi avrebbe richiesto molto tempo”, ha spiegato.

“Non volevo essere uno di quegli atleti che rallentano la divisione. Ho detenuto il titolo per molto tempo e ho rovinato i sogni di molti miei avversari durante il mio regno. Era tempo che altri vincessero la cintura. Era la cosa migliore e più giusta da fare per tutti, secondo me”, afferma Jones. “Avrei potuto agire da egoista, con tanto di scuse e bugie per far attendere i fan. Ma non volevo farlo e non intendo tornare nella categoria Light Heavyweight”, ha poi concluso il fighter.

Una mossa dunque logica e anche intelligente da parte di Jon Jones, che ora dovrà aspettare soltanto di sapere chi sarà il suo prossimo avverario per tentare l’assalto al titolo dei pesi massimi della promotion di Dana White.

Previous articleNadal: “La prima vittoria al Roland Garros? Ero giovane ma comunque favorito”
Next articleStephen Thompson sarebbe pronto a sostituire Chimaev contro Edwards
Giornalista pubblicista, studente di Scienze Motorie. Calcio, tennis, wrestling. La scrittura come passione, lavoro e veicolo emotivo. Su Contra-Ataque perché proporre qualcosa di differente, al giorno d'oggi, è fondamentale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here