Home Altri Sport Berrettini: “Olimpiadi e ATP Finals? Voglio esserci. Sul COVID-19…”

Berrettini: “Olimpiadi e ATP Finals? Voglio esserci. Sul COVID-19…”

Matteo Berrettini
FOTO - Twitter

Matteo Berrettini resta uno dei tennisti italiani più in voga del momento e anche a livello europeo e mondiale sta facendo vedere in questi anni cose davvero buone. Nonostante un 2020 condizionato da infortuni e pandemia, Berrettini è ora pronto per rimettersi in gioco e lo farà sicuramente puntando a traguardo finora ancora preclusi. Il tennista italiano – in questo momento il migliore a livello di ranking ATP – è stato intervistato da La Stampa per parlare della sua carriera e della stagione che dovrà arrivare.

Berrettini: “Olimpiadi e ATP Finals? Voglio esserci. Sul COVID-19…”

“Vedere gli stadi vuoti a causa del COVID-19 è stato allucinante. Da Flushing Meadows al Foro Italico. La prima volta che ho preso l’aereo dopo il lockdown mi sembrava di essere in un film di zombie. Fra tennisti siamo abituati ad abbracciarci, la mancanza di contatto fisico mi fa senso. Nulla di fondamentale, però ho capito quanto mi manca”, spiega Berrettini.

L’argomento si sposta poi sul versante del campo: “La preoccupazione c’è sempre però la voglia di giocare è forte, altrimenti non partirei. Prima bisognava stare attenti, ora di più, anche perché per arrivare in Australia ci sono solo due giorni utili, altrimenti addio Australian Open. Spero che in quell’occasione ci sia un po’ di pubblico”, auspica il ragazzo.

E ancora, si parla di Olimpiadi: “Sono il mio sogno, fin da bambino le guardavo in tv. Seguivo Bolt, la Vezzali e la Pellegrini, così come gli altri campioni italiani. Vogio assolutamente esserci”. Infine, Berrettini ha parlato anche delle ATP Finals, che si terranno a Torino dal 2021: “Il fatto che si giochino in Italia dà una marcia in più ma ovviamente, pur non nascondendomi dietro a un dito, non devono diventare un’ossessione. D’altronde anche quando mi qualificai per quelle di Londra non avrei mai potuto immaginarlo a inizio stagione”, conclude.

Previous articleZamora Villarreal, Copa del Rey: pronostici e analisi
Next articleHalep: “Nadal vincerà altri Roland Garros. Federer? Sembra che non sudi…”
Giornalista pubblicista, studente di Scienze Motorie. Calcio, tennis, wrestling. La scrittura come passione, lavoro e veicolo emotivo. Su Contra-Ataque perché proporre qualcosa di differente, al giorno d'oggi, è fondamentale.