SHARE
Federer
Federer - FOTO - Twitter ufficiale Federer

Roger Federer è ovviamente uno dei tennisti più riconoscibili al mondo, se non in assoluto il più famoso di tutti. Purtroppo per lui e per i suoi fan, lo svizzero non sarà presente agli Australian Open del 2021 per via del fatto che non è ancora riuscito a recuperare benissimo dagli infortuni. L’obiettivo di Federer sembra più che altro quello di concentrarsi su due competizioni specifiche, cioè Wimbledon e le Olimpiadi, forse per chiudere la carriera in maniera egregia. Intervistato nel corso di una videochat promossa dalla Wilson, Federer ha toccato alcuni argomenti chiave come quelli che riguardano le attuali superfici dei campi e la loro velocità in partita.

Federer: “Se si vuole il serve and volley bisogna avere campi più veloci”

“Resto del parere che l’allenatore debba essere il primo a spronare il suo giocatore ad andare a rete. Non si può restare sempre a fondo campo. Anche i direttori dei tornei hanno un’influenza notevole sull’andamento delle gare. Se tutti i direttori vogliono competizioni lente, allora dimentichiamoci che si possa avere del serve and volley”, ha spiegato il pluricampione svizzero durante la chiacchierata con Stefan Edberg, suo ex collega.

“Ritengo che sarebbe bello avere una certa varitetà per quanto riguarda i termini di velocità dei campi. Non sto dicendo di volere solo campi rapidi però penso che, se ci fossero maggiori differenze tra le superfici su cui giocare, i giocatori sarebbero costretti ad adattarsi. E lo spettacolo ovviamente ne trarrebbe beneficio”.

Federer conclude poi il suo discorso con un’ultima considerazione, stavolta abile nel racchiudere tutti i concetti già espressi in precedenza. “Se si auspica un ritorno del serve and volley come strategia di gioco, è necessario aumentare la velocità dei campi prima di ogni cosa. Non c’è un’altra soluzione possibile. Infatti penso che qualcuno abbia già provveduto”, chiosa lo svizzero.

Leggi anche:  Federer, il biografo: "Frustrato per una finale persa contro Nadal, ecco quale"

Federer ovviamente è atteso al ritono in campo il prima possibile per tornare a deliziare le platee.

SHARE