SHARE
Zaha
FOTO - Twitter @fcin1908it

Mentre l’Inter arranca in campionato, Marotta e Ausilio continuano a sondare il mercato per regalare a Conte una rosa più competitiva e più profonda, libera in particolare da tutti quegli esuberi che l’ex tecnico della Juventus non ha mai considerato come parte integrante del proprio progetto tecnico. Dopo aver mandato Nainggolan in prestito e aver ufficialmente messo sul mercato Eriksen, quindi, l’Inter si è fiondata su Paredes e Sanches, entrambi vicinissimi alla squadra nerazzurra. Conte, tuttavia, ha più volte fatto notare come il problema principale dell’Inter sia la mancanza di un vice-Lukaku.

Nessuno degli attaccanti a sua disposizione, infatti, può vantare le stesse caratteristiche del gigante belga: Martinez è da sempre considerato la sua spalla ideale, mentre Sanchez ha più volte dimostrato di non poter più essere incisivo come una volta. Pinamonti, infine, non è mai stato realmente considerato da Conte, che ha più volte fatto intendere il suo assoluto bisogno di un attaccante fisicamente e atleticamente forte, ma soprattutto capace di fare la differenza in termini di gol e reti. In questo senso, le piste che portano a Pellè ed Eder sembrano essersi definitivamente raffreddate, anche perché Marotta e Ausilio sembrano aver definitivamente individuato in Wilfried Zaha il vice-Lukaku ideale.

Inter, idea Zaha per l’attacco. I dettagli

Il nome di Zaha, però, non è nuovo al calcio italiano: nelle scorse stagioni si è spesso parlato di un suo possibile trasferimento al Milan, che, però, non ha mai pensato di spendere oltre 50 milioni di euro per assicurarsi il gioiellino del Crystal Palace. Ad oggi, infatti, la squadra inglese lo considera praticamente incedibile, anche perché è grazie ai suoi 8 gol che se la zona retrocessione dista ben 11 punti. Da sottolineare il fatto che quando Zaha ha realizzato un gol o un assist, il Crystal Palace non ha mai perso in questa stagione.

L’ivoriano, dopotutto, è un giocatore che può contare su qualità da potenziale fuoriclasse: rapidissimo e bravissimo nell’uno contro uno, negli ultimi anni Zaha è riuscito anche a reinventarsi come prima punta, riuscendo a sfruttare al massimo la sua grande forza fisica (pur essendo alto solo 180 centimetri) e il suo eccellente fiuto del gol, che gli ha permesso di realizzare 38 gol e 33 assist nelle ultime quattro stagioni e mezza di Premier League. L’Inter sembra quindi averlo messo nel mirino, anche se prima bisognerà trovare i 50 milioni richiesti dal Crystal Palace e soprattutto superare l’agguerrita concorrenza del PSG di Pochettino.