SHARE
Travaglia
FOTO - Twitter

Il primo giorno dell’ATP di Antalya, cioè il primo torneo di tennis del 2021 durante la pandemia di COVID-19, ha riservato mezzi sorrisi all’Italia presente in campo durante la competizione. Nel primo giorno infatti ci sono da registrare due eliminazioni ma pure una vittoria per i tennisti nostrani. Fuori subito infatti sia Caruso che Arnaboldi, mentre Travaglia è riuscito ad avere la meglio sul suo avversario e qualificarsi dunque al turno successivo.

ATP Antalya: Travaglia vincente, subito fuori 2 azzurri

Arnaboldi non è riuscito a superare Basilashvili, nonostante avesse conquistato il primo set per 4-6. Nei successivi due il georgiano ha rimontato, prima con un 7-5 al secondo e poi con un netto 6-1 al terzo set. Basilashvili affronterà Celikbilek al secondo turno dell’ATP di Antalya.

Anche Salvatore Caruso purtroppo è stato eliminato praticametne subito. L’italiano (che si trovava nella parte alta del tabellone, la stessa di Berrettini e Fognini) è stato sconfitto in maniera piuttosto netta da Alexandr Bublik. Un doppio 6-3 ha dato la vittoria all’avversario di Caruso, che quindi perde la prima partita del suo 2021.

Bene invece Stefano Travaglia. Il tennista tricolore ha vinto il suo sedicesimo incontro nel circuito ATP maggiore grazie a una rimonta sul classe 1999 Miomir Kecmanovic. Travaglia aveva in verità perso decisamente male il primo set, terminato 1-6 per l’avversario. Ha saputo però ricomporsi nel secondo, vincendolo 6-4 e poi distruggendo letteralmente Kecmanovic nel terzo con un perentorio e fuori discussione 6-0. Prima vittoria del 2021 dunque per Travaglia, che ora dovrà sfidare Emil Ruusuvuori al secondo turno.

Fognini e Berrettini, cioè i due giocatori italiani più in vista in questo torneo, esordiranno invece nella giornata di domani. La speranza è che, ovviamente, i due possano superare agevolmente il primo turno per poi provare a fare un cammino pulito successivamente. Fognini e Berrettini sono infatti rispettivamente testa di serie numero 3 e 1: di conseguenza, ci si aspetta moltissimo da loro.

SHARE