SHARE
De Paul
FOTO - Twitter Rodrigo De Paul

L’Inter sta vivendo una stagione decisamente complicata, non tanto dal punto di vista dei risultati quanto dal punto di vista del gioco, che in più di un’occasione ha lasciato Conte e i tifosi estremamente delusi. Non a caso, nella sconfitta subita contro la Sampdoria, sono prepotentemente emersi i limiti della squadra nerazzurra, che è riuscita a mettere in pericolo la porta di Audero quasi esclusivamente da calcio piazzato.

Non a caso, che l’Inter non è in alcun modo riuscita a recuperare i due gol di svantaggio, se non segnando con De Vrij proprio da calcio d’angolo. Un limite enorme, a cui i centrocampisti a disposizione di Conte difficilmente riusciranno a sopperire: l’unico giocatore capace di creare gioco e superiorità numerica, infatti, è Sensi, anche perché Eriksen, che sarebbe dovuto essere il vero top player del 3-5-2 dell’ex allenatore della Juventus, è ormai un separato in casa. Per questo motivo Ausilio e Marotta si sono mossi con decisione per assicurarsi Rodrigo De Paul, per cui lo stesso Conte nutre una profonda stima.

L’Inter trema: il Liverpool ha puntato De Paul! I dettagli

Il trequartista e capitano dell’Udinese, dopotutto, è uno dei giocatori più talentuosi e interessanti del campionato italiano: rapido, tecnicamente fortissimo e dotato di grande carisma, De Paul è riuscito anche ad entrare nell’orbita della nazionale argentina, dove sono molto apprezzate le sue doti da centrocampista totale. Benché giochi da trequartista o da mezzala offensiva, infatti, il classe 1994 ha dimostrato di avere una grandissima capacità di sacrificio in fase difensiva, avendo spesso aiutato la sua Udinese ad uscire da situazioni decisamente complicate.

Tecnica, grinta, corsa e personalità: De Paul non può non essere considerato il centrocampista perfetto per Conte, che lo accoglierebbe a braccia aperte nella propria squadra, regalandogli un posto da protagonista nel suo 3-5-2. Marino, però, non chiederà sicuramente poco, anche perché il contratto dell’argentino scade nel 2024. Si parla di circa 40 milioni di euro, che l’Inter ricaverebbe dalle cessioni di Pinamonti ed Eriksen.