SHARE
Jon Jones
FOTO - Twitter Jon Jones

Jon Jones e Daniel Cormier non si sono mai amati particolarmente e nel corso degli anni questo è diventato evidente anche attraverso i loro match nell’ottagono. Così come d’altronde anche nel pre e nel post incontro. I due si sono sfidati svariate volte e, anche quando ciò non è avvenuto, di certo hanno dimostrato di non essere propriamente amici. L’ennesimo capitolo di questa rivalità ormai infinita si è riproposto sul teatro dei social. In particolare, un commento di Jones dopo una dichiarazione di Cormier ha sicuramente fatto rumore.

Jon Jones e Daniel Cormier, ennesimo botta e risposta tra i due

In particolare Daniel Cormier si è reso protagonista di un’intervista per MMA Fighting spiegando come, secondo lui, Jones non possa essere uno dei più grandi di sempre nella disciplina. Il motivo è semplice: i test antidroga falliti. “Resterà uno dei fighter più talentuosi che si possano incontrare ma i testi antidroga falliti lo rimuovono immediatamente dal discorso per il GOAT. Nel baseball questo ti impedisce di diventare un Hall of Famer. Non si possono prendere in considerazione queste persone. Francamente, visto che ho messo sempre a rischio la mia carriera, mi risulta difficile considerare Jon Jones il migliore di sempre. Ogni volta che combattevamo c’era un problema di mezzo”, spiega.

Inutile dire che la risposta di Jones non si è fatta attendere. Il ragazzo ha risposto infatti sui social alle dichiarazioni di Cormier. “Con l’agenzia anti-doping degli Stati Uniti funziona che sei colpevole fino a che non si prova la tua innocenza. Quando vinci per tanto tempo resti colpevole e la gente dorme sonni tranquilli. Ma le persone si ricorderanno di quando venni accusato per uso di steroidi e del fatto che, in seguito, venne poi dimostrata la mia innocenza, così da poter continuare la carriera. Daniel Cormier, hai perso il tuo ultimo match e ti sei ritirato. Parlando di persone da rimuovere dall’argomento GOAT”, questa la frecciata di Jones.

SHARE