SHARE
Piatek
FOTO - Twitter Krzysztof Piatek

La Juventus, lentamente ma con decisione, sta cominciando ad ingranare e racimolare punti importantissimi in ottica Scudetto. Grazie alle recenti ottime prestazioni della squadra bianconera, inoltre, Andrea Pirlo è riuscito a consolidare la propria panchina, che non è più stata messa in discussione. Paratici, quindi, si è messo alla ricerca della “quarta punta” che tanto ha richiesto il tecnico bianconero, per permettere a Morata di rifiatare ed essere sempre pronto per le gare più importanti della stagione.

Negli scorsi giorni, il primo nome per l’attacco dei bianconeri è stato quello di Scamacca, centravanti del Sassuolo in prestito al Genoa. L’alta richiesta dei neroverdi (si parla di circa 25 milioni di euro), tuttavia, sembra aver portato la trattativa ad un punto morto. Per questo motivo, la società ha anche provato ad intavolare un discorso con Giroud, che però dovrà prima liberarsi dal suo contratto con il Chelsea. Per questo motivo, nelle ultime ore Paratici sembra aver virato con decisione su Krzysztof Piatek.

Juventus, idea Piatek per l’attacco: è l’attaccante giusto!

Il profilo del polacco, infatti, risponde perfettamente alle richieste di Pirlo: rapido, con un grande fiuto del gol e determinato a conquistarsi una maglia da titolare, pur essendo consapevole di partire come quarta scelta. Piatek, infatti, sarebbe felicissimo di tornare in Italia per rilanciarsi con la maglia di uno dei club più prestigiosi d’Europa, chiudendo definitivamente il capitolo Hertha, che l’ha visto protagonista di tanti bassi e pochi alti.

In questa prima parte di stagione, tuttavia, il polacco ha più volte dimostrato di voler aiutare Labbadia, che non ha ricambiato i gol del polacco concedendogli più minuti. Per questo motivo, Piatek avrebbe comunicato la sua volontà di andarsene, anche in prestito secco. Dato che il Genoa sembra destinato a tenere Scamacca, è molto probabile che il classe 1995 si trasferisca alla Juventus, probabilmente grazie ad uno scambio di prestiti che vedrebbe Bernardeschi fare il percorso opposto.