SHARE
Dolberg
FOTO - Sito football-lineups.com

L’Inter ha vissuto una prima parte di stagione altalenante, che, però, l’ha vista decisamente protagonista in positivo in campionato. Conte, tuttavia, non ha mai nascosto di essere parzialmente insoddisfatto della rosa a sua disposizione, che non sarebbe ritenuto all’altezza di un obbiettivo come lo Scudetto. In attacco, in particolare, le scelte sono sempre state particolarmente limitate, con l’assenza di un vice Lukaku che ha sempre rappresentato un limite enorme per l’ex allenatore della Juventus.

Fra tutti gli attaccanti disponibili, infatti, nessuno hai dimostrato di avere le qualità per sostituire Lukaku dal punto di vista tattico e tecnico. Lautaro Martinez è da sempre visto come la spalla ideale del belga, mentre Sanchez è addirittura la riserva della “spalla”. Pinamonti, infine, non ha mai convinto Conte, che gli ha concesso pochissimo spazio. Per questo motivo, Marotta ha cominciato a sondare il terreno, tanto da cominciare a seguire con interesse, nelle ultime ore, il profilo di Kasper Dolberg, in uscita da un Nizza con cui non è riuscito a convincere fino in fondo.

Conte, ecco il tuo vice Lukaku: è Dolberg del Nizza!

Il giovane e talentuoso attaccante danese, infatti, ha più volte fatto intendere di voler abbandonare la Costa Azzurra per provare a rilanciare una carriera che sembra arrivata ad un punto morto. Per Conte, quindi, si tratterebbe di una vera e propria sfida, che lo vedrebbe rivitalizzare uno dei talenti più emozionanti del calcio scandinavo: di Dolberg, dopotutto, se n’è sempre parlato benissimo, anche perché le sue qualità sono sotto agli occhi di tutto.

Alto, rapido, fisicamente prestante e tecnicamente elegantissimo, l’ex Ajax è un attaccante capace di sfruttare il proprio fisico per difendere il pallone e far risalire la squadra, ma, allo stesso tempo, è una prima punta rapida e dotata di un fiuto del gol impressionante. Queste caratterisptiche, unite ad un prezzo competitivo (intorno ai 15-20 milioni di euro), potrebbero renderlo il colpo perfetto per regalare a Conte la tanto desiderata quarta punta.