SHARE
AEW

AEW e Impact Wrestling sono, di fatto, le due più grandi alternative mondiali (puroresu orientale a parte) allo strapotere della WWE. In passato Impact (quando era TNA) ha anche avuto qualche momento di gloria, andandosi in seguito a ridimensionare sempre più. La federazione di Tony Khan, invece, sta crescendo ogni giorno che passa e non solo è impegnata in una guerra di ascolti (per ora vincente) contro un prodotto WWE come NXT ma può vantare un roster di ottimo livello, con spettacoli molto buoni. Intervistato nel podcast Oral Sessions, lo stesso Tony Khan ha parlato, tra le altre cose, della nascita della partnership con Impact Wrestling.

AEW, Tony Khan spiega la nascita della partnership con Impact Wrestling

“Un giorno Kenny Omega è venuto da me e mi ha proposto l’idea. Io adoro prendere in considerazione buone idee, lui l’ha sviluppata da solo e a me è piaciuta subito. Il 100% del merito è sicuramente suo”, ha spiegato inizialmente.

“Ciò che volevamo fare era presentare lo stesso Kenny Omega che la gente aveva visto altrove. Lui si è impeganto per fare qualcosa di innovativo e per cambiare comunque alcuni aspetti del suo modo di essere. Questo è il motivo per cui quando mi viene chiesto di dire chi siano i migliori wrestler del mondo, io non possa che rispondere Kenny Omega e Jon Moxley”.

Peraltro proprio Tony Khan personalmente è apparso, per motivi di storyline, a Impact nel corso delle ultime puntate: “Un giorno eravamo lì e chiesi a Tony Schiavone di accompagnarmi. Mi venne in mente l’idea di un nostro coinvolgimento, che poteva appunto riguardare l’eventuale acquisto di spazi pubblicitari AEW su Impact. Poteva essere un bel modo di fare pubblicità al nostro show e, al tempo stesso, di portare avanti le storyline già in atto con Impact Wrestling”, ha infine spiegato Khan.

Leggi anche:  Tessa Blanchard al bivio tra AEW e WWE: quale sarà il suo futuro?
SHARE