SHARE
ryback aew
Fonte Immagine: @411wrestling (Twitter)

Dopo aver trascorso gli ultimi due anni lontano dal ring, in guerra con la WWE che ha lasciato ormai nel 2016, Ryback potrebbe unirsi alla AEW per aiutare la compagnia di Tony Khan ad emergere ai danni della sua ex compagnia.

Ryback annuncia il suo ritorno: il futuro è in AEW?

Criticato dai puristi della disciplina e da alcuni colleghi di spogliatoio, che lo hanno definito un tipo pericoloso con cui lavorare, apprezzato da una buona fetta di pubblico che ne esaltava la potenza e l’energia quasi inesauribile, Ryback è un wrestler che ha sempre diviso.

Nella sua esperienza in WWE, cominciata nel 2010 con la partecipazione a NXT e conclusa nel 2016 dopo uno scialbo feud perso con Kalisto, Ryback ha vissuto alti e bassi, arrivando a sfiorare il WWE Championship nell’anno di grazia 2012 e poi finendo relegato in fondo alla card fino a un divorzio che non è certo arrivato nel migliore dei modi.

Nella giornata di ieri Ringside News ha riportato le parole del Big Guy, che durante l’ultima puntata di Ryback TV, il programma che conduce su YouTube, ha detto finalmente di essere pronto a tornare sul ring lasciando intendere che questo avverrà con una major.

“Sto tornando, prenderò parte alla competizione e li prenderemo a calci in c**o nei ratings.”

Un messaggio che molti esperti hanno interpretato come una chiara conferma delle voci che volevano l’ex WWE Intercontinental Champion vicino alla AEW, dopo che già in passato Cody e Chris Jericho avevano avuto parole di apprezzamento nei suoi confronti.

Sembrano infondate le voci che nei giorni scorsi avevano parlato di un possibile ritorno del Big Guy come partecipante a sorpresa per la Royal Rumble 2021 in programma domenica 31 gennaio: Ryback è ancora ai ferri corti con la WWE, con cui ha intrapreso una battaglia sul nome d’arte arrivando a farsi cambiare legalmente il nome e che è continuata negli scorsi giorni con uno scambio di minacce e insulti via social con l’hall of famer Mark Henry.

 

Leggi anche:  AEW, Paul Wight: altri aggiornamenti sulla decisione dell'ex Big Show
SHARE