SHARE
Wolfsburg
FOTO - Sito chillreport.com

La Roma, dopo una prima parte di stagione decisamente positiva, è recentemente entrata in un vortice di feroci critiche rivolte al proprio allenatore e all’area tecnica, che si è resa protagonista di due clamorosi errori, costati rispettivamente 3 punti nella sfida contro l’Hellas Verona e l’eliminazione dalla Coppa Italia per mano dello Spezia. Ciononostante, Fonseca è stato riconfermato alla guida dei giallorossi e ha chiesto almeno un rinforzo in attacco, dato che Dzeko sembra sempre più lontano da Roma.

Negli ultimi giorni, infatti, il rapporto fra il tecnico portoghese e l’attaccante bosniaco è giunto ai minimi termini, con Fonseca che nella sfida decisiva per la sua panchina gli ha preferito Borja Mayoral. Dzeko, quindi, avrebbe chiesto la cessione, motivo per il quale il ds Tiago Pinto si sarebbe subito messo alla ricerca di una prima punta di qualità ed esperienza: tutte caratteristiche che rispondono al nome di Wout Weghorst, attaccante del Wolfsburg.

Weghorst stupisce, Pinto ci pensa: è l’erede di Dzeko!

L’olandese, infatti, avrebbe piacevolmente stupito i vertici della società giallorossa grazie ad un inizio di stagione straordinario, in cui è stato autore di 12 gol e un assist in 18 partite. Numeri che lo hanno confermato al vertice della Bundesliga per gol segnati, dietro solo agli “alieni” Lewandowski e Haaland. L’olandese, tuttavia, non è una new entry della Bundesliga: basti pensare che nelle scorse due stagione ha messo a segno rispettivamente 17 e 16 gol.

Il suo fiuto del gol, unito al fisico possente e alla spiccata personalità, avrebbero quindi convinto la Roma a puntarci con decisione, anche perché già in estate Weghorst era stato ad un passo dall’addio al Wolfsburg, con l’Arsenal che tuttavia non aveva concretizzato il colpo. Economicamente parlando, il classe 1992 potrebbe trasferirsi in Italia per una cifra vicina ai 30 milioni di euro, una cifra in linea con i suoi numeri e le sue grandi qualità.