SHARE
chris hero
Fonte Immagine: @WONF4W (Twitter)

Chris Hero è stato a lungo uno dei volti più apprezzati del panorama indy wrestling, ma il suo stint in WWE – dove ha lottato con il ringname di Kassius Ohno – è stato a dir poco deludente. Rilasciato lo scorso aprile durante i licenziamenti operati dalla compagnia durante il primo lockdown, oggi il “Wrestling Genius” riflette sul futuro.

Chris Hero studia il futuro e lancia il suo nuovo podcast

Chi segue esclusivamente la WWE non avrà certo un ricordo eccezionale di Kassius Ohno, wrestler che non è mai riuscito ad emergere a NXT e che pur non avendo mai avuto occasioni importanti forse non è mai sembrato avere quella fame in ring che tanti altri colleghi hanno dimostrato.

Forse Chris Hero, questo il nome con cui era conosciuto nelle indy e con cui era diventato uno dei volti di punta della Ring of Honor, pensava che sarebbe stato più facile, forse si è presto disilluso sulla considerazione che la WWE ha avuto di lui. Forse è stato un mix tra queste due cose. Rimane il fatto che Kassius Ohno ha galleggiato a lungo negli show di sviluppo – ultima parentesi anche a NXT UK – senza mai dare l’impressione di essere vicino a una chiamata nel main roster.

Oggi, 41 anni compiuti lo scorso 24 dicembre, Hero è probabilmente consapevole che il tempo stringe e racconta di valutare con grande attenzione un eventuale ritorno sul ring: lo ha confessato nel corso del primo episodio del suo nuovissimo podcast, chiamato “Can Chris Hero Save the Wrestling?” e che potete ascoltare qui.

Il “Wrestling Genius” ha intenzione di tornare, ma intende farlo con i suoi tempi e soltanto quando avrà trovato una situazione che lo convincerà al 100%. Fondamentale, per evitare un’altra delusione come quella avuta in WWE e far finalmente apprezzare al pubblico major le sue indubbie qualità sul ring.

SHARE