SHARE
Goldberg
FOTO - Instagram

In una recente intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, il lottatore WWE Goldberg ha parlato del suo prossimo match titolato in occasione di WWE Royal Rumble contro il campione Drew McIntyre. L’ex lottatore WCW ha spiegato anche quali potrebbero essere i prossimi avversari da affrontare dopo questo incontro.

Goldberg svela il suo miglior momento in carriera e chi vorrebbe affrontare in WWE

Ecco le parole più significative di Goldberg: “Lottare ancora nel 2021? Una sfida con me stesso, mi piace confrontarmi con i giovani. McIntyre è uno di quelli che sarà l’uomo immagine della federazione nei prossimi anni ma mi chiedo se sia pronto a dividere il ring con me. A volte per strada vengo scambiato con Steve Austin. All’inizio mi arrabbiavo ma poi con Steve – che è un amico e una delle persone che più stimo nel wrestling – ho imparato a riderci su. Avrei voluto tanto affrontarlo, lui è uno dei più duri e creativi che abbia mai visto su un ring. Purtroppo non abbiamo avuto fortuna con le tempistiche e lui si è infortunato. Passare dal football alla WWE? Quell’esperienza mi ha aiutato tanto. Ti regala una presenza scenica che poi ti aiuta molto quando sei nel mondo del wrestling.

Il momento più alto della mia carriera? Quando ho battuto Hulk Hogan per il titolo WCW nel 1998. Sconfiggere una leggenda di fronte a 40.000 persone: non potevo chiedere di meglio. Adesso della WWE oltre a McIntyre mi piacciono molto Keith Lee e Ricochet, anche se il mio preferito resta Finn Balor. Chi vorrei affrontare in futuro? Randy Orton. Ha il business nel sangue. Ha i tempi, la presenza scenica. Lo ammiro e sono un suo fan da quando era un rookie. Carriera cinematografica? Non mi sento una star. Però mi diverto a interpretare personaggi che sono diametralmente opposti rispetto a quello che può essere ancorato alla vita reale”, ha concluso.

SHARE