SHARE
WWE Elimination Chamber
Fonte Immagine: @WWE (Twitter)

Un 2021 di novità, approfondimenti, nuovi contenuti e rubriche affascinanti che racconteranno il passato, il presente e il futuro della WWE. Questi sono gli obiettivi del WWE Network, il raccoglitore di ogni immagine della WWE, dentro e fuori dal ring.

Caen PSG, Coupe de France: pronostici e analisi

WWE Network, i programmi del mese: da Elimination Chamber agli speciali su Bianca Belair e Mark Henry

Cosa c’è dietro l’ascesa di Bianca Belair, la vincitrice della Women’s Royal Rumble 2021. La trasformazione di Bayley da Hugger a Role Model nell’intervista per la rubrica Steve Austin’s Broken Skull Sessions. La storia di Yokozuna, una delle leggende più importanti della storia della WWE. Gli APA, icone del Tag Team Wrestling, raccontati per come hanno contribuito a trasformare la categoria. Questo e un’infinità di altri contenuti sul WWE Network, nel periodo in cui è appena iniziata la “Road to WrestleMania 37”.

Il racconto della vita e della carriera di “The World Strongest Man” Mark Henry e una serie lunghissima di nuovi contenuti all’interno della “casa virtuale” della WWE. Untold, che racconta ogni sviluppo dietro le quinte degli show WWE, propone un episodio sullo storico debutto di AJ Styles alla Royal Rumble 2016, così come la puntata sulla Goldberg’s Streak, che ha portato “Da Man” a diventare imbattibile.

WWE Elimination Chamber 2021: ecco i primi tre match aggiunti alla card

E poi gli approfondimenti sugli show settimanali, con Raw Talk e Talking Smack, attraverso le interviste alle Superstar e/o ai manager. Alle porte di Elimination Chamber, previsto per la notte italiana fra domenica 21 e lunedì 22 febbraio, si potranno rivedere tutte le Elimination Chamber della storia della WWE, così come gli altri pay-per-view, presenti nell’archivio del WWE Network.

Basterà iscriversi al https://watch.wwe.com/ per rivivere il passato e guardare il futuro: da The Undertaker a Roman Reigns, tutto quello che c’è da sapere sulla WWE.

WWE: Parker Boudreaux, chi è il “nuovo Brock Lesnar”