SHARE
Sting
FOTO - Twitter AEW

Una delle notizie più clamorose nel mondo del wrestling degli ultimi mesi è stata sicuramente il ritorno di Sting, che ha deciso di andare in AEW e che a quanto pare tornerà persino a lottare, nonostante il ritiro. Sting infatti si era infortunato durante un incontro per il WWE Championship contro Seth Rollins a Night of Champions 2015 a causa di una mossa eseguita male dall’ex Shield. Sting aveva subito danni importanti al collo, soffrendo dello stesso infortunio che anni prima aveva fatto ritirare anche Edge, cioè stenosi spinale. Sting sapeva di voler lottare di nuovo ma evidentemente la WWE non ha voluto prendersi questo rischio. Ergo, Sting ha accettato la proposta della federazione di Tony Khan e, a quanto pare, sembra essersi messo in gioco davvero seriamente.

AEW DYNAMITE REPORT 17/02/2021: THE CLEANER’S MESSAGE

AEW, Sting: primo bump subito dopo anni dal lottatore

The Icon infatti ha subito il primo bump dopo 6 anni dal suo ultimo incontro lottato. The Stinger infatti è andato faccia a faccia con i suoi avversari del Team Tazz durante la più recente puntata di AEW Dynamite, la trasmissione televisiva della federazione rivale della WWE. Lo ha fatto senza la presenza del suo alleato Darby Allin, con il quale dovrà affrontare il Team Tazz nel PPV Revolution.

Durante il face to face con gli avversari, la leggenda ha deciso di passare all’azione colpendo uno a uno i suoi avversari. La superiorità numerica però si è fatta evidente sin da subito e Sting ha finito per soccombere. La cosa davvero incredibile però sta nel fatto che Sting abbia subito una poderosa Powerbomb da Brian Cage, il quale dunque è il primo lottatore a eseguire una mossa di wrestling su Sting dal 2015.

Non ci sarebbero stati problemi successivamente per la leggenda del wrestling. Di seguito, ecco il video del segmento andato in scena:

WWE NXT REPORT 17/02/2021: KYLE O’REILLY VUOLE RISPOSTE

SHARE