SHARE
TJ Dillashaw
FOTO - Twitter

Il ritorno di TJ Dillashaw, leggenda della UFC e delle MMA, sembra ormai vicinissimo. Dopo la squalifica di un paio di anni ricevuta dall’USADA per via della sua positività all’EPO, Dillashaw – che in passato ha partecipato a svariate edizioni di The Ultimate Fighter, vincendo ovviamente anche molto nella sua divisione – è tornato disponibile per disputare incontri. Dillashaw in particolare non combatte dal gennaio 2019, quando perse il match per il titolo dei pesi mosca contro Henry Cejudo. Poco dopo, peraltro, lo stesso fighter fu costretto a rendere vacante il titolo dei pesi gallo per via della squalifica (titolo che, ironia della sorte, fu vinto proprio da Cejudo).

WWE Elimination Chamber 2021: i risultati del PPV

TJ Dillashaw provoca Petr Yan per il titolo dei pesi gallo

A quanto pare, il fighter 35enne è tornato e vorrebbe puntare subito al titolo dei pesi gallo. Un titolo ffettivamente mai perso nell’ottagono ma “solo” a causa dello stop USADA. Intervistato di recente nel podcast Real quick with Mike Swick, Dillashaw ha provocato apertamente l’attuale campione della divisione specifica UFC Petr Yan (che difenderà il suo titolo nel prossimo evento UFC contro Sterling). Dillashaw ha infatti chiaramente detto che persino lui non si sente davvero il campione della divisione, poiché sa che non ha battuto il vero campione in un match, riferendosi ovviamente a sé stesso.

Elimination Chamber 2021, promossi e bocciati

Inoltre, TJ Dillashaw ha voluto comunque specificare una cosa. Qualora non gli venisse concesso direttamente un incontro per il titolo dei pesi gallo, il ragazzo accetterà soltanto un avversario che faccia parte della Top 5 di categoria.

Leggi anche:  UFC Rankings, pesi massimi: già decisi gli sfidanti per il titolo

L’obiettivo di Dillashaw sembra dunque quello di volersi rilanciare a ogni costo e magari togliersi la macchia dell’EPO una volta per tutte. Dopo due anni di stop ovviamente non sarà facile. Ma il talento c’è.

Murphy esprime tutta la sua frustrazione nei confronti della WWE

SHARE