Home Altri Sport AEW, Jon Moxley risponde alle critiche sui match “troppo violenti”: “Non guardateli”

AEW, Jon Moxley risponde alle critiche sui match “troppo violenti”: “Non guardateli”

aew jon moxley
Fonte Immagine: @RyanLoco (Twitter)

Jon Moxley ha un messaggio chiaro e preciso nei confronti dei suoi detrattori e in particolare verso chi, come Jim Cornette, ha usato parole estremamente critiche a proposito della AEW e del match che a Revolution metterà di fronte l’ex World Champion e l’attuale detentore della cintura Kenny Omega.

Jon Moxley, messaggio ai critici dell’hardcore wrestling: “Spegnete la TV”

Parliamo dell’Explosive Barbed Wire match in programma tra poco più di una settimana, domenica 7 marzo, a AEW Revolution 2021. Un evento che promette molto bene, con una card ricchissima e che appunto vedrà il titolo in palio in una delle stipulazioni più violente in circolazione.

Introdotto a metà anni ’90 dalla promotion giapponese Frontier Martial Arts Wrestling, variante ancora più estrema dei Deathmatch, l’Explosive Barbed Wire Match come dice il nome è un incontro senza squalifiche in cui le corde del ring vengono sostituite da filo spinato e il tappeto viene circondato da esplosivi C4.

AEW, Paul Wight: altri aggiornamenti sulla decisione dell’ex Big Show

Un match mai visto in una major USA, un inedito che è una sfida, l’ennesima, della AEW. La federazione di Jacksonville si affiderà a due stelle assolute come Kenny Omega e Jon Moxley per lasciare ancora una volta il segno, ma come prevedibile questa stipulazione ha attirato anche molte critiche.

Jim Cornette, in particolare, ha criticato la sua prestazione contro Nick Comoroto, affermando che quest’ultimo sembrava la star e Jon il jobber – e non viceversa – per poi aggiungere che almeno “non si è vista quella robaccia dei death match a cui ci ha abituati.”

Durante una bella intervista esclusiva a Inside the Ropes, Jon Moxley ha deciso di mandare un messaggio forte e chiaro a chi non apprezza certi match ritenendoli troppo violenti.

AEW, Jon Moxley spiega quale superstar WWE vorrebbe in federazione

“Probabilmente non dovreste guardare il PPV, o almeno spegnere prima che inizi il match. È la cosa buona di AEW, abbiamo qualcosa per tutti, ma non c’è davvero modo di addolcire un Exploding Barbed Wire Death Match, sai? Quindi se non vuoi vederlo, allora non guardare. Se pensi che tuo figlio sarà un po’ troppo giovane per guardarlo, un po’ troppo violento per lui, non guardarlo.”

“Io e Kenny Omega ci spingeremo all’estremo”

Una riflessione che si allarga poi al modo che il wrestler ha di intendere e vivere la disciplina.

“Penso che ultimamente sia mancato qualcosa al wrestling. Un elemento di… Sai, quella sensazione di, quando è l’ora dell’evento principale, quando la campana suona e l’annunciatore cammina lungo il corridoio, questo è il momento in cui tutte le biglie sono in linea e non c’è un elemento di pericolo.”

AEW, Jon Moxley avrebbe voluto fare coppia con Brodie Lee

“Quell’elemento del tipo “stiamo davvero rischiando le nostre vite.” Del tipo “questi signori stanno facendo qualcosa di straordinario qui, e stanno davvero mettendo il loro corpo in pericolo”. È importante riportare in vita un elemento di reale imprevedibilità, reale pericolo.”

Jon Moxley non sa cosa aspettarsi, ma non vede l’ora di scoprirlo.

“Non sappiamo cosa succederà, quindi non lo sanno neanche i fan. Io e Kenny Omega abbiamo questo modo di intendere le cose, di spingerci all’estremo, la combinazione tra noi due credo creerà qualcosa di unico e speciale. Non ci sono restrizioni in AEW e non posso che ringraziare, con loro sono stato sempre molto chiaro: state attenti a ciò che desiderate, se volte Jon Moxley a livello 10 assicuratevi che sia quello che davvero desiderate.”

Previous articleWWE, Big E spiega come ha dovuto reinventarsi per restare al top
Next articleSiviglia Barcellona, LaLiga: pronostici e analisi