SHARE
Conor McGregor
FOTO - Twitter ufficiale Conor McGregor

Conor McGregor ha perso il suo recente match – il terzo nella sua carriera in UFC – contro Dustin Poirier. Nonostante venisse dato come favorito dopo il ritorno e la vittoria dominante su Donald Cerrone, McGregor ha subito una dura lezione dallo stesso avversario che anni prima aveva battuto agevolmente. Intervistato da BT Sports, il coach di McGregor – lo stimato John Kavanagh – ha parlato dell’errore principale di impostazione che l’irlandese dovrà correggere per migliorare nei suoi prossimi incontri e tornare il fighter di prima.

AEW Revolution 2021, promossi e bocciati

Conor McGregor, il coach spiega l’errore principale del match contro Poirier

Kavanagh, in particolare, spiega che l’atteggiamento errato da parte di McGregor ha riguardato il presentarsi con una mentalità da pugile e non da fighter di arti marziali miste. “Dobbiamo correggere quel dettaglio tecnico, il che non significa che dobbiamo modificare tutto ma solo una piccola parte. Deve tornare a essere il vecchio Conor, non quello con la mentalità da pugile ma quello con la mentalità da MMA fighter. Lui è sempre stato famoso per il suo movimento e la sua capacità di cambiare posizione. Dobbiamo solo riportare indietro il vecchio McGregor. Non è una questione di apprendere o di riprendere in mano queste abilità ma di riaccenderle. E in effetti abbiamo già avviato questo processo”.

AEW, Kenny Omega furioso per il finale di Revolution

Il coach di McGregor ha anche iniziato a spingere per un terzo capitolo della saga contro Poirier: “Sarebbe bello se combattesse di nuovo contro di lui in estate, magari a Las Vegas di fronte a 20.000 persone”. E peraltro sembra che i piani della UFC siano proprio quelli di riproporre al più presto un incontro tra i due, per dare un vero e proprio vincitore alla faida al termine del terzo match.

IMPACT! Wrestling No Surrender 2021: report e risultati dell’evento

SHARE