SHARE
Eric Bischoff
FOTO - Twitter Eric Bischoff

Nel corso dell’ultimo episodio del podcast 83 Week, l’ex General Manager e responsabile di SmackDown Eric Bischoff ha parlato diffusamente di Bret Hart, attaccandolo in maniera molto pesante per via del suo passato e del suo periodo in WWE. Bischoff ha parlato di Hart in maniera veramente molto dura, dando il suo parere su alcune situazioni avvenute anni addietro.

WWE SmackDown report 12/03/2021: Contract Signing

WWE, Eric Bischoff attacca pesantemente Bret Hart

Eric Bischoff ha spiegato: “Bret Hart voleva distruggere Vince McMahon quando ho iniziato a lavorare in WCW con lui. Odiava profondamente Shawn Michaels, Ric Flair e moltissime altre persone in WWE. Era infelice e per lui Vince McMahon era l’anticristo. Questo finché non è entrato a far parte della Hall of Fame. A quel punto sono arrivati baci e maschere di circostanza. Da quel momento in poi io sono diventato l’antcristo così come anche Hulk Hogan. Io rispetto Bret e molti aspetti di lui come performer. Secondo me è uno dei migliori wrestler tecnici della sua generazione ma non è la più grande star del wrestling. Francamente non era un nome degno dei main event della WWE”.

SmackDown, annunciati due match per la prossima settimana

Bischoff ha poi proseguito spiegando che “questo è tutto, si parla di un dato di fatto. Non è colpa mia, non gestivo io il suo booking, semplicemente lui non funzionava. Era il campione, il volto della compagnia ed è stato uno dei campioni dei pesi massimi con minor successo della storia della WWE. Bret Hart è quel ragazzo che deve avere qualcosa da odiare per avere qualcosa di cui parlare. Ogni volta che deve parlare e dev’essere intervistato, al tempo stesso deve trovare qualcuno di cui lamentarsi”. Vedremo se Bret Hart risponderà a queste pesanti accuse di Eric Bischoff nelle prossime settimane.

Siviglia-Betis, LaLiga: pronostici e analisi

SHARE