SHARE
wwe Paul Heyman
Fonte Immagine: @cagesideseats

Paul Heyman è meritatamente considerato uno dei migliori manager nella storia del wrestling e probabilmente il miglior trash-talker non solo della WWE ma dell’intero business. Se qualcuno avesse dubbi in proposito può godersi l’ultimo episodio di Talking Smack, il talk in onda subito dopo SmackDown, in cui il Mad Genius è arrivato a sfruttare il recente approdo in AEW di Christian Cage – naturalmente senza mai nominarlo direttamente – per alimentare il feud tra Edge e il suo assistito Roman Reigns.

Paul Heyman: “Edge, il tuo migliore amico ha lasciato la WWE per paura”

La Rated-R Superstar non solo ha sfidato Reigns a WrestleMania 37 in un match valido per lo Universal Championship, ma intende anche prendere parte al match, anche questo con il titolo in palio, che il Tribal Chief sosterrà a FastLane contro Daniel Bryan.

WWE SmackDown report 12/03/2021: Contract Signing

Edge è infatti intervenuto al termine della firma del contratto tra i due sfidanti, subito dopo che Jey Uso aveva minacciato Bryan di operare come special enforcer al fianco del campione e cugino. La sua proposta? Un incontro proprio tra lui e Jey, in palio un posto a bordo ring nel main event di FastLane.

Un’idea che Adam Pearce ha immediatamente accettato e che non è proprio andata giù a Paul Heyman, che appunto a Talking Smack si è rivolto a Edge con un promo in cui i riferimenti a Christian Cage e al suo recente approdo in AEW erano evidenti.

SmackDown, annunciati due match per la prossima settimana

“Voglio che pensi a questo: il tuo miglior amico al mondo sapeva che sarebbe diventato un bersaglio per Roman Reigns. E cosa ha fatto? È scappato prima che Roman Reigns potesse metterlo nel mirino.”

Quindi un gioco di parole tra il nome Christian e il termine “christians”, e cioè cristiani.

“Quanti dei tuoi ‘Christians’ devono convertirsi prima che tu comprenda che non è furbo fare inc***are Roman Reigns? Vuoi fare lo special enforcer, vuoi prendere parte al match. Perché? Perché sai che è più facile affrontare Daniel Bryan che Roman Reigns. Che è intoccabile, che è imbattibile, che è il WWE Universal Heavyweight Champion in carica, indiscusso, incontrastato e il main eventer di WrestleMania…C’è solo un’opinione che conta. Non è il presidente del consiglio di amministrazione o suo figlio o chiunque altro. La WWE è un tavolo, e l’opinione che conta è quella di chi siede a capotavola: Roman Reigns”.