Home Altri Sport Damian Priest svela il suo Monte Rushmore del wrestling

Damian Priest svela il suo Monte Rushmore del wrestling

damian priest
Fonte Immagine: wwe_a_2_z (Instagram)

Damian Priest a 38 anni ha finalmente trovato l’ascensore verso i piani alti della WWE, federazione in cui è arrivato nel 2018 dopo essersi distinto in Ring Of Honor. La sua partecipazione alla Royal Rumble 2021 ha segnato il suo ingresso nel main roster dopo l’ottimo riscontro avuto a NXT, e a WrestleMania 37 è sempre più probabile una sua presenza al fianco di Bad Bunny contro The Miz & John Morrison.

Intervistato da The Irish Sun, il wrestler portoricano ha svelato quali sono secondo lui i quattro volti che andrebbero scolpiti nel monte Rushmore del wrestling, una questione su cui fan e addetti ai lavori dibattono da tempo e su cui ognuno ovviamente ha le proprie idee personali.

WrestleMania 37, quale sarà il ruolo di Damian Priest?

Il monte Rushmore del wrestling di Damian Priest

Situato sul massiccio montuoso delle Black Hills, il monte Rushmore ritrae i volti di quattro famosi presidenti americani simboli di nascita, crescita, sviluppo e conservazione del Paese: rispettivamente Washington, Jefferson, Roosevelt e Lincoln. Per Priest i quattro volti del wrestling business dovrebbero essere Shawn Michaels, Triple H, The Rock e The Undertaker.

“Quattro sono pochi, ne avrei così tanti…Undertaker sicuramente è lì, The Rock anche e penso debbano esserci pure Shawn Michaels e Triple H. Undertaker ci sarà sempre, è quello che mi ha fatto innamorare del wrestling. E The Rock beh, non è solo per quello che ha fatto in ring. Abbiamo background simili, come lui vengo dal nulla.”

WWE, ufficiali la cerimonia della Hall of Fame e il primo nome del 2021

Damian Priest nomina anche Stone Cold Steve Austin e la Rated-R Superstar Edge, con cui si è confrontato proprio alla Rumble, ma alla fine ha scelto Triple H & Shawn Michaels per quello che hanno fatto sul ring e quello che fanno oggi fuori.

“Quando ero un ragazzo li vedevo sul ring ed erano ovviamente fantastici. Ma vedendo quanto mi hanno aiutato ho capito che sono dei maghi del business. Voglio dire, ho aiutato molti ragazzi in carriera e credo di avere dato buoni consigli, credo di saperci fare davvero. Ma parlare con Shawn e Hunter ti porta a voler dir loro ‘ok, quelli bravi siete voi, io non sono niente in confronto.’ Ecco perché sono lassù.”

Previous articleAEW, Eric Bischoff difende la scelta di puntare su wrestler anziani
Next articleUFC, Adesanya spera di avere in futuro una carriera in WWE